RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

NOTIZIE CALABRIA

Mercoledì 21 Agosto 2019 13:54

CASTROVILLARI.TRA STORIA E RADICI CULTURALI,DAL 26 AL 28 AGOSTO NEL RIONE CIVITA .

Ancora una manifestazione in città che afferma cosa suscita una presenza attenta alla realtà.
L’Amministrazione comunale di Castrovillari, attraverso l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, partecipa, con altri enti, partner ed organismi, alla tre giorni- dal 26 al 28 agosto-,denominata “il Cammino”, intessuta dall’Associazione Oikos- La Rete di accoglienza- su “La presenza ebraica nel Parco nazionale del Pollino”. Questa prevede una serie di momenti al Protoconvento francescano e nel rione Civita (dove, lungo viaGiudecca, sin dall’epoca sveva- ricordano gli storici-viveva, da qui la denominazione, una Comunità ebraica come in altre località calabresi)grazie a uncofinanziamento dalla Regione (insieme a Stato,Unione Europea e Parco del Pollino) per la valorizzazione, qualificazione e rafforzamentoinnovativo del sistema e dell’offerta dei beni culturalipresenti in Calabria tra tracce indelebili.

 

“Un’occasione- richiama l’Assessore Giuseppe Russo-per capire meglio le migrazioni che hanno inciso nella storia e tradizione della nostra gente nonché dei nostri territori. Un’opportunità per conoscere i patrimoni che si sono integrati e che hanno aiutato a costruire insieme, portando al Cuore di ciò che accomuna.”

 

Così, ogni istante pensato per rendereal meglio cosa è voluto dire questo “rapporto”e,quindi, le visite guidate nel quartiereGiudecca, la mostra  sui simboli ed oggetti ebraici , i convegni di approfondimento, gli spettacoli di danza,teatrali e convivi, tra più capacità, punta a declinare il tema di tale anticaconvivenzasperimentata a Castrovillariinsieme allanostra gente, ed a spiegare come l’eredità di chi è venuto prima è qualcosa chesi può abbracciare con una creatività nuova che aiuta a comprendere il significato vero di accoglienza e compartecipazione alla costruzione del bene comune.

 

“E’ questo- aggiunge l’Assessore Russo- che ha condiviso l’Amministrazione Lo Polito.Ed è anche questo il principio che desideriamo rilanciare, certi- precisa- chel’Altro è la risorsa per ciascunoanche nella diversa appartenenza.”

 

Ecco la “ricchezza” che sorprende e pone il gesto sulla presenza ebraica nel Parco del Pollino, ponte tra mondi diversi, geograficamente e culturalmente lontani, ma che la storia e gli eventi hanno avvicinato, realizzando quel processo di contaminazione che porta con se sfide e opportunità, sempre da affrontare, per riguadagnare degnamente ciò che si è ereditato.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie