RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Sabato 08 Agosto 2020 00:47

MARATEA(PZ).ACCORATO APPELLO DI MUFANO':"SOSPENDERE A MARATEA LA TASSA SOGGIORNO DAL 1 SETTEMBRE."

Si sta per concludere la prima settimana del mese di agosto di questa strana stagione estiva nella quale si cerca di convivere con una latente pandemia mondiale che morte, danni e crisi economica ha portato in Italia e nel mondo e che ancora è presente e mette paura.

Chiediamo al dott. Antonio Adalberto Munafò come stanno andando le cose a Maratea, la nota perla del tirreno, nella sua duplice veste di Dirigente di uno dei più importanti sindacati d'impresa italiani e di uno dei pochi alberghi a 4 stelle aperto sul territorio di Maratea: “ rispetto ad altre località italiane e ad altre destinazioni la situazione e sicuramente meno drammatica; resta tuttavia una stagione da archiviare al più presto: giugno nullo, luglio bene i week end e poco in settimana ed ora ad agosto il meteo sta facendo i dispetti”.

Lei, dott. Munafò, inoltre è abbastanza critico verso l'amministrazione comunale. Precisa il Dirigente: “sinceramente io non li conosco e non so neanche di che parte politica siano, so che in Giunta vi è una ragazza, Valentina Trotta, che ebbi il piacere di conoscere nel 2013 e di cui conservo un bel ricordo, tuttavia non posso non dire almeno due cose. La prima è che ho trovato una Maratea davvero in condizioni desolanti e già era in declino ed in parabola fortemente discendente nel 2013. Una cosa davvero triste per chi, come me, ama questa località. E’ come vedere una donna dai cui tratti comprendi che è stata bellissima e di base lo è ancora ma è molto trascurata, malvestita, lasciata andare . Girando ho trovato tanto abbandono, incuria, fatiscenza, strade rotte e rattoppate, cartelli arrugginiti vecchi di decenni, molte strutture chiuse, tanti cartelli vendesi, un'impressione complessiva abbastanza triste. Io non penso che sia responsabilità di un’amministrazione piuttosto che di un'altra però va preso atto che se un esperto del settore che vuole bene a Maratea ha avuto queste impressioni, allora forse la direzione verso cui si sta andando andrebbe decisamente e con umiltà rivista”

E il secondo punto quale sarebbe? “Risponde il Munafò: “La cosa che invece mi sento di rimproverare a questa Giunta è la follia della tassa di soggiorno. Ma come vi può venire in mente il 13 del mese di maggio del 2020 con l'Italia ancora in parte chiusa in casa, con il mondo economico in ginocchio, con decina di migliaia di morti, con le aziende turistiche che non sapevano cosa fare, con i dipendenti delle  aziende stagionali turistiche che non percepivano neanche la cassa integrazione perché non avevano fatto in tempo neppure ad essere assunti, con gli alberghi ed i lidi che non sapevano se aprire e come aprire, di riunirvi e decidere che nel caso in cui tutto ciò si fosse superato ed un turista temerario sarebbe riuscito ad arrivare in un albergo di Maratea di un qualche folle che lo avrebbe aperto vi avrebbe dovuto pagare una penale di 3 o 4 euro a persona per una notte in base a quante stelle aveva l’albergo?”

E quindi dott. Munafò, qual è la sua proposta: “la proposta che porto avanti e sono disponibile a presentare ufficialmente all’amministrazione comunale come Assoturismo - Confesercenti e se fosse necessario anche coinvolgendo le altre associazioni di categoria operanti sul territorio e maggiormente rappresentative, in questo momento, di noi è quella di adottare in questo mese di agosto una delibera della Giunta comunale attraverso cui venga sospesa l’imposta di soggiorno a far data dall'1 settembre 2020 al 31 dicembre 2020. Settembre sarà un mese ancora più difficile, sappiamo che non avremo stranieri come non li abbiamo avuti sino ad oggi, le nostre imprese vogliono restare aperte il più possibile e dare servizi e lavoro evitiamo di penalizzarle con altre tasse. Mantenere questo dazio è davvero quanto di più fuori luogo e contesto si possa fare, è davvero il modo più evidente per far capire alle imprese turistiche del proprio territorio quanto insensibili si possa essere ai loro problemi alle loro istanze ed alle loro necessità. Non sarà una grande cosa, ma almeno è un gesto. Tanti comuni hanno già preso questa strada come ad esempio Montepulciano e Recanati, non resta che seguire l'esempio di questi comuni virtuosi. Non è mai troppo tardi per ravvedersi”


Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie