RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Giovedì 11 Settembre 2014 17:48

Scalea: Elezioni al consorzio ''Valle Lao''. Interviene il direttore generale, Pasquale Ruggiero

"Da premettere che la suddetta, non è da considerarsi come replica o risposta ad alcuna polemica o ad accuse provenienti da chicchessia, ma solo una nota che specifica ed evidenzia i passaggi fondamentali in vista delle elezioni per il rinnovo delle cariche consortili, che si terranno questa domenica. Un atto dovuto per i consorziati.  "I Consorzi di bonifica rappresentano un unicum nel panorama istituzionale italiano: sono, infatti, persone giuridiche pubbliche a struttura associativa e di autogoverno, amministrati da organi democraticamente eletti dai consorziati e concreta espressione di sussidiarietà nel rispetto del principio costituzionale. Va sgombrato il campo dall’equivoco che i Consorzi siano enti locali come i comuni o enti strumentali. La natura pubblica del Consorzio, infatti, è bilanciata dalla natura associativa tra proprietari di beni immobili che operano per la difesa di un interesse settoriale e specifico. Le procedure e le modalità di voto per i consorzi di Bonifica, dunque, non sono quelle indicate per gli organismi della Repubblica (comuni, ecc.) e, nel caso specifico dei Consorzi calabresi, le modalità sono stabilite dalla legge regionale 11/2003, dallo statuto dell’ente e dal regolamento
Bonifica (controllo di legittimità), che è, altresì, uguale al regolamento elettorale approvato in tutti gli altri enti consortili calabresi, ciò per come deliberato anche dall’Unione Regionale dei Consorzi di Bonifica della Calabria (U.R.B.I.). L’ammissione delle liste (o la non ammissione) alla competizione elettorale non è decisa dal Direttore generale dell’ente, ma dal Presidente o da chi ne fa le veci (nel nostro caso dal Commissario Straordinario) il quale funge da garante, ovvero di Presidente dell’Assemblea elettiva. Ciò per esplicita previsione normativa. E’ opportuno rammentare che nelle precedenti consultazioni elettorali consortili, tenutesi nell’anno 2008, sono state presentate due liste per ogni sezione e che una lista per ogni sezione non è stata accettata. Dunque nel 2008 sono state annullate ben tre liste, a differenza di questa competizione elettorale in cui il Presidente ha deciso, visti gli atti, di non accettare una sola lista per una sola sezione. Va specificato, che la non accettazione della lista da parte del Presidente non preclude l’espressione del voto del consorziato a consorziati diversi da quelli indicati nella lista ammessa. Infatti, ove in una sezione sia stata accettata una sola lista, il consorziato avente diritto al voto può esprimere cinque preferenze ad altrettanti consorziati della stessa sezione, anche a quelli non inseriti nella lista. Ciò al fine di garantire la massima democrazia e partecipazione al voto, indipendentemente dalle procedure.  Il processo democratico dei Consorzi di bonifica in Calabria rappresenta un positivo esempio nel panorama meridionale italiano. Entro la fine dell’anno corrente tutti i Consorzi della nostra Regione andranno al voto per il rinnovo degli organi consortili (il nostro è il primo con il nuovo regolamento elettorale), mentre nelle altre regioni meridionali sono commissariati da decenni. Anche per questo invito tutti i consorziati aventi diritto al voto a recarsi alle urne, proponendo quindi  un caloroso appello al voto".

dott. Pasquale Ruggiero
(Direttore generale Consorzio di bonifica integrale dei bacini del Tirreno
cosentino)

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie