RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Mercoledì 21 Maggio 2014 12:43

Cetraro: Premio internazionale Losardo. Il 7 giugno l’evento alla presenza, tra gli altri, della parlamentare, Enza Bruno Bossio

Il 7 giugno prossimo, alle ore 19:00, nei giardini di Palazzo del Trono a Cetraro si terrà la XII edizione del Premio Internazionale Giovanni Losardo. Quest’anno, l’ambito riconoscimento sarà conferito, per la sezione autori, a Lirio Abbate per il volume "Fimmine ribelli", per la sezione giornalismo a Giovanni Bianconi del Corriere della Sera, ad Amedeo Ricucci, reporter di guerra Rai, e a Fabrizio Feo di Rai 3, per la sezione legalità ad Arturo De Felice capo nazionale Dia. L’evento, che ha il patrocinio del comune di Cetraro, della Provincia di Cosenza e della Presidenza del consiglio regionale della Calabria, è presieduto da Pino Arlacchi. Le conclusioni, sono state affidate ad Enza Bruno Bossio, membro della commissione parlamentare antimafia. “Considero un grande privilegio essere stata chiamata a concludere la manifestazione di assegnazione del premio “Losardo” a Cetraro - dichiara la Bruno Bossio - non solo per la qualità delle persone che la giuria ha individuato come vincitori. Vivo, infatti, questo momento come l’occasione per richiamare gli anni in cui, appena ragazza - continua la parlamentare - fui tra le promotrici della grande manifestazione, convocata proprio a Cetraro, alla presenza di Pio La Torre e dell’allora segretario del Pci, Enrico Berlinguer, per dire no a quella criminalità organizzata che aveva barbaramente ucciso Giannino Losardo. Ricordo la tensione e la grande partecipazione di quella folla, le parole, i visi. Ricordo anche quello che venne dopo - chiosa l’esponente democrat -. La costituzione di parte civile nel processo da parte della federazione provinciale del Pci. Fatto assolutamente inedito a quel tempo e che poi è diventata prassi e giurisprudenza per tanti altri processi. Fu quella grande manifestazione e tutto ciò che è venuto dopo, un atto di straordinario coraggio civile di una intera comunità e il punto d’inizio, in tutta la Calabria, di una generale presa di coscienza del pericolo costituito dalla presenza della criminalità organizzata. Da allora - chiosa Enza Bruno Bossio - in Calabria la lotta alla ‘ndrangheta ha conosciuto un notevole salto di qualità, conseguendo anche importanti successi da parte delle forze dell’ordine e della magistratura. Tuttavia siamo tutti consapevoli che essa sarà definitivamente sconfitta soltanto quando in questa nostra terra arriveranno più sviluppo, più lavoro e più diritti, primo fra tutti quello al reddito e ad una vita dignitosa. Erano gli ideali per i quali è vissuto ed è morto Giannino Losardo. Il premio a lui dedicato - conclude Bruno Bossio - è anche un modo per rinnovare la promessa che gli facemmo quel giorno dal palco nella piazza della sua città: “il tuo sacrificio non sarà vano”.

 

F.O. C.S.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie