RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Sabato 18 Ottobre 2014 11:57

BELVEDERE MARITTIMO. NASCE ADET, L'ASSOCIAZIONE DIALIZZATI E TRAPIANTI.

“Saluto con soddisfazione la nascita della sede a Belvedere dell’associazione dializzati e trapiantati, che raccoglie tutti i pazienti afflitti da una patologia che li costringe a veri e propri calvari settimanali”. Così il vicesindaco di Belvedere Marittimo, Vincenzo Spinelli, ha voluto commentare la creazione di una nuova associazione di volontariato a Belvedere, sede regionale (in via Antonio Pepe, nel centro storico), che già da qualche settimana ha raccolto oltre 60 iscritti. Dato comunque destinato a crescere. Un’associazione che al momento cerca di affrontare le problematiche presenti sul territorio tirrenico cosentino, non trascurando quelle dell’intera regione. Canale privilegiato con l’Asp di Cosenza che ha salutato positivamente la nascita di questo nuovo progetto sociale, un rapporto, quello tra l’Adet e la dirigenza del distretto sanitario, destinato a produrre grossi obiettivi. Non solo di rispetto tra le reciproche posizioni, ma anche di collaborazione, per quanto riguarda i tre plessi presenti: quello di Praia a Mare, Cetraro e Paola. L’Associazione difende e tutela i diritti civili e sociali dei nefropatici cronici, dei dializzati e dei trapiantati di tutti gli organi e tessuti, dei cardiopatici e dei portatori di Pace Maker. L’associazione svolge un’intensa azione di carattere educativo finalizzata ad ampliare il più possibile l’informazione sulle problematiche legate alle nefropatie croniche e ai trapianti d’organo, nonché ad assicurare un aggiornamento permanente dei pazienti anche attraverso gli strumenti telematici, la stampa, la diffusione di periodici e in generale di materiale editoriale. Pieno sostegno anche da parte dell’assessore alla sanità del comune di Belvedere, Maria Rachele Filicetti: “Un progetto, quello dell’Adet – ha detto la Filicetti, che tra l’altro è anche medico – che tutela e garantisce i pari diritti e dignità dei soggetti dializzati. Insomma un grande passo avanti per rendere meno difficili i numerosi problemi che affliggono questi pazienti”. L’Associazione effettua tutte quelle attività che servono a garantire l’universalità dell’accesso e della qualità delle cure a nefropatici cronici, trapiantati e cardiopatici. L’Associazione svolge poi tutte quelle azioni utili per offrire tutele sanitarie, assistenziali e sociali per i nefropatici cronici, i dializzati ed i trapiantati, anche in ordine alla qualità della vita, alle relazioni sociali ed al lavoro. A tali fini l’Associazione intende promuovere verso la popolazione campagne di sensibilizzazione incentrate sui temi della donazione e del trapianto, organizzando  incontri, seminari e convegni.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie