RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Venerdì 15 Settembre 2017 15:42

Maierà. Stretta di mano tra il museo del peperoncino e il museo Ovo Pinto.

Si è tenuto domenica  10 Settembre a Maierà, presso il museo del Peperoncino , il gemellaggio con il museo dell'Ovo Pinto di Civitella del Lago.  " Omaggio a sua maestà il Peperoncino: cultura, Eros, cucina, tradizioni e magia" è stato il tema del concorso indetto al museo dell'ovo Pinto, per la creazione di originali uova 'piccanti'. Una mattinata intensa al museo del piccolo borgo dell'alto Tirreno cosentino, dove i protagonisti della giornata sono stati cultura , arte, tradizioni , tanta originalità e divertimento. L'ospite Barbara Bilancione , responsabile del concorso, spiega che " molti sono stati i partecipanti, bambini, studenti, dilettanti e artisti italiani e stranieri, che armati di originalità si sono cimentati in opere uniche su guscio necessariamente animale".  Le opere donate al museo del peperoncino sono dieci: eccezionali ed esclusive, ritraggono il peperoncino a 360 gradi. Raffigura la cucina italiana , il piatto con pasta tricolore al cui centro vi è un uovo rosso che rappresenta  il peperoncino; la preziosità di Sua maestà è stata ritratta in uova completamente tempestate di brillantini, metaforicamente indirizzate a sottolinearne l'importanza anche e soprattutto per la nostra terra. Altra opera ritrae un'esplosione spaziale, simboleggiante la piccantezza; importante anche il ritratto di Sua maestra il peperoncino , coronato da uova pitturate dai bambini dell'asilo . Non poteva mancare il lato più piccante, quello raffigurante l'eros, la tentazione di Adamo ed Eva su letto di peperoncini. Mano più abile ha inoltre dipinto su uovo di struzzo vari peperoncini con un alone rosso come a voler rappresentarne l'essenza. Dunque opere suggestive e cariche di significato; un gemellaggio, che ha arricchito il museo del peperoncino, fiore all'occhiello di Maierà. Il sindaco Giacomo De Marco, in conclusione ha ringraziato Barbara Bilancione e Sergio Trippini per le magnifiche opere donate, nonché l'operato gratuito di un valido staff che crede e opera  quotidianamente per promuovere e arricchire il Museo del Peperoncino , unico al mondo.  L'evento si è concluso con un Brindisi in onore di questo singolare gemellaggio, con l'auspicio del sindaco De marco , di continuare a lavorare proficuamente in questa direzione.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie