RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Giovedì 26 Ottobre 2017 08:38

Scalea. Incontro Prociv: aiutare i disabili in situazioni d'emergenza

Tiziana Ruffo. Come intervenire in situazioni di emergenza in soccorso alle persone con disabilità e sensibilizzare le istituzioni e cittadini sulla tematica. Di questo si discuterà oggi pomeriggio (26 ottobre) alle ore 16.30, nella sala del consiglio del comune di Scalea. L’incontro è promosso dall'associazione Prociv Scalea, in collaborazione con il comune, l’associazione di Associazione Soccorso Senza Barriere (di cui la Prociv Scalea è socio Fondatore) e delle federazioni Fand E Fish. Con il Progetto “uniti per non rischiare” si vuole proporre l'avvio di tavoli di lavoro volti a favorire la formazione dei volontari di protezione civile sulle specifiche esigenze delle varie disabilità a livello di Centro Operativi Misti, dall'altra la predisposizione ed attuazione di strumenti di prevenzione intervenendo a livello procedurale e strutturale per eliminare le barriere architettoniche, comunicative e culturali, che impediscono un mutuo soccorso. Il convegno intende affrontare tutte le specifiche necessità delle persone con disabilità alla luce di un aumentato coinvolgimento su argomenti come la sicurezza, la prevenzione del rischio e l’intervento in caso d’emergenza. Il Sindaco del Comune di Scalea Gennaro Licursi farà gli onori di Casa, l’introduzione al tema è affidata a Pietro Granito (Presidente Prociv Scalea). “Le Persone con Disabilità non hanno ancora una rappresentanza significativa nella pianificazione e nei processi decisionali attivati per ridurre i rischi nelle emergenze”. -  Ha dichiarato Granito. -  Ora bisogna rimboccarci le maniche per definire le priorità delle persone con disabilità per l’evacuazione delle Aree di Attesa, ci auguriamo che prima o poi qualche Ente capiscano che non si possono lasciare sole le Persone con Disabilità, e che c’è bisogno di un soccorso specifico”. 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie