RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Lunedì 16 Aprile 2018 16:36

SCALEA. Analisi Altroconsumo: Numeri da 5 stelle per la BCC.

Anche la BCC dell'Alto Tirreno della Calabria si è sottoposta all'esame della rivista Altroconsumo. L'analisi dell'autorevole Associazione a difesa dei consumatori è diventata ormai da anni un riferimento anche nella valutazione delle banche italiane, secondo l'obiettivo condivisibile di evitare che i consumatori mantengano inconsapevolmente rapporti con banche a rischio di fallimento. Insomma, un altro tentativo, condivisibile, di fare chiarezza fra le banche malate, che mettono a rischio i risparmi dei consumatori, e le banche sane. L'analisi dell'autorevole testata giornalistica riguarda, ormai da alcuni anni, gran parte delle banche italiane. E l'analisi dei dati pubblicati nel corso degli ultimi anni non ha certo lesinato sorprese, con autorevoli istituti di credito a livello nazionale che si sono visti assegnare giudizi di certo non lusinghieri. Il metodo di valutazione è semplice: un sistema integrato di indici patrimoniali e di credito deteriorato (relativi agli ormai famigerati NPLs) che restituisce un giudizio sintetico che va da una stella (banche peggiori) a 5 stelle (banche migliori). L’esame tiene conto, peraltro, anche dell’ormai celebre indicatore di incidenza dei crediti deteriorati denominato “Texas Ratio”, un indice che, se superiore al 100%, ha avuto negli ultimi anni la capacità di anticipare il fallimento di alcune banche che hanno registrato, loro malgrado, situazioni di default più meno conclamate, con danni agli stessi risparmi dei lori clienti e soci. La BCC dell'Alto Tirreno della Calabria, di buon grado, ha avuto anche lei il suo giudizio: numeri da 5 stelle, che prudenzialmente diventano 4 per il fatto che la BCC calabrese non pubblica dati trimestrali o semestrali sul proprio sito internet. Tale giudizio soddisfa pienamente il Presidente della BCC di Verbicaro, Francesco Silvestri: “Si tratta di numeri espressi al termine di un lungo periodo di crisi congiunturale ed in un periodo di fortissimi cambiamenti e di irrigidimento delle regole di vigilanza bancaria, che hanno ulteriormente pesato sui bilanci delle banche. Peraltro, siamo contenti che tale giudizio venga da un’Associazione che da sempre si batte per la tutela dei consumatori e dei clienti, condividendo gli stessi principi ispiratori della nostra BCC, nata ormai da oltre 35 anni con il fine ultimo di sostegno alle famiglie ed imprese dell’Alto Tirreno cosentino”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie