RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Mercoledì 16 Maggio 2018 11:26

Belvedere Marittimo. La prevenzione contro i tumori nel progetto Alternanza scuola - lavoro

Tiziana Ruffo.  Il binomio prevenzione-educazione è da sempre inteso dei Licei Tommaso Campanella di Belvedere Marittimo, un elemento fondamentale su cui costruire un sano percorso delle nuove generazioni. Per queste ragioni il dirigente scolastico, Maria Grazia Cianciulli, ha voluto che gli studenti partecipassero all’incontro “la prevenzione inizia da giovane”, promosso dall’associazione Amicinfermieri in collaborazione con l’associazione senologia e vita di Cosenza e che ha visto la presenza tra gli altri del consigliere di maggioranza Maria Donato. L’iniziativa, che si è svolta nei locali del “Museo del mare” rientrava nel progetto “Alternanza scuola- lavoro” che l’istituto porta avanti da tempo. L’obiettivo è quello di portare all’attenzione dei più giovani, l’importanza della cultura della prevenzione come principale strumento nella cura del tumore. L’intervento della dirigente Cianciulli ha messo in evidenza la difficoltà degli studenti nell’adottare sani abitudini di vita, nonostante le molteplici campagne contro il fumo, dell’importanza della pratica sportiva e di come sia salutare la dieta mediterranea. L’incontro, moderato da Daniela Gaglianone, ha evidenziato che il cancro è in forte aumento e che soprattutto colpisce organismi sempre più giovani. Un argomento forte che si è voluto affrontare con diversi linguaggi: quello scientifico proposto dai dottori esperti del settore, l’urologa all’Asp, Agnese R. Mollo e il chirurgo senologo della Casa di cura “La Madonnina” di Cosenza, Francesco Mollo, che hanno messo in evidenza come il rischio di ammalarsi e morire di tumore si abbassi notevolmente con  la prevenzione primaria, che si ottiene praticando realmente corretti stile di vita,  seguita dalla prevenzione   secondaria, che si assicura  eseguendo frequenti esami  diagnostici e controlli specialistici. Il linguaggio delle immagini è stato affidato al produttore Santo Spadafora e del regista Gianluca Sia, che hanno   proiettato il trailer del film “Io resto qua”, immagini che hanno sottolineato l’impatto psicologico personale e dei familiari di chi viene colpito dalla malattia. Infine, il linguaggio della testimonianza esposto dai presidenti delle associazioni “Amicinfermieri” e “Senologia e Vita”, Angelo Santise e Marisa Giglio, che hanno ribadito l’importanza delle campagne di sensibilizzazioni tramite screening sul territorio. L’intervento della dirigente Cianciulli ha messo in evidenza la difficoltà degli studenti nell’adottare sani abitudini di vita, nonostante le molteplici campagne contro il fumo, dell’importanza della pratica sportiva e di come sia salutare la dieta mediterranea.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie