RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Mercoledì 13 Novembre 2019 23:02

COSENZA. SI E' SVOLTO OGGI 13 NOVEMBRE 2019,PRESSO "UNIVERSITY CLUB" DELL' UNICAL DI COSENZA UN IMPORTANTE CONVEGNO NAZIONALE .

Oggi 13 novembre 2019 ,presso l' "University club" dell' Unical di Cosenza, si è svolto  un importante convegno nazionale  dal titolo " Alla scuola di Don Sturzo: il popolarismo nel Mezzogiorno. A cent'anni dall'appello ai liberi e forti".

l convegno,organizzato dal ICSAIC ( Istituto calabrese per la storia dl' antifascismo e dell' Italia contemporanea ) in collaborazione con il dipartimento di Scienze politiche e sociali, la fondazione Carical e l'istituto Don Sturzo, ha raggiunto  la finalità  di raccontare a futura memoria quello che nel 1919 ha segnato la storia del nostro paese,la fantastica esperienza che ha modificato la storia politica e sociale dell'Italia. Il convegno e' stato fortemente voluto dal Presidente dell'ICSAIC  Paolo Palma  che ha organizzato un evento a livello nazionale coinvolgendo studiosi di tutto il mezzogiorno non solo calabresi.  Ripercorriamo quel momento in cui Don Sturzo  scrisse  fra le altre cose " Ad uno Stato accentratore tendente a limitare e regolare ogni potere organico e ogni attività civica e individuale, vogliamo sul terreno costituzionale sostituire uno Stato veramente popolare, che riconosca i limiti della sua attività, che rispetti i nuclei e gli organismi naturali - la famiglia, le classi, i Comuni - che rispetti la personalità individuale e incoraggi le iniziative private. "

Con queste parole pronunciate dall' Albergo Santa Chiara a Roma il 18 gennaio 1919 la commissione provvisoria del Partito Popolare italiano di cui Sturzo era segretario politico dava inizio alla partecipazione attiva dei cattolici in politica. Rcordiamo che fu una svolta epocale,in quanto nel 1874 Papa Pio IX dichiarò con una disposizione detta "non expedit" , che fu annullata in seguito da Benedetto XV sempre nel 1919,dichiarò che i cattolici non potevano partecipare a elezioni politiche ed è facilmente capibile che quest' appello di Don Sturzo sia l'avvenimento più importante del ventesimo secolo. Un'eredità che fu raccolta da Giovanni Spadolini che colse il senso profondo del progetto politico di Don Sturzo.  Fu stipulato un programma in dodici punti:  dalla promozione dell'integrità della famiglia,al voto alle donne, all'assistenza all'infanzia oltre anche a varie forme di Cooperazione sociale, tributaria,libertà di insegnamento e riforma agraria.

Paolo Palma, giornalista e storico dell'Italia contemporanea ha riunito  studiosi provenienti da varie università del meridione dando così una valenza nazionale, segnaliamo anche la presenza del Vescovo di San Marco Argentano . Un convegno per ritrovare i nostri  valori e le nostre radici sempre più  attuali  nell' epoca attuale.



 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie