RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

ATTUALITA'

Mercoledì 13 Agosto 2014 20:30

Aieta: ''Giornate d'Europa''. Un'unione giovane, solidale, autorevole, inclusiva e pacifista

Un'Europa giovane, solidale, autorevole, inclusiva e pacifista. Che sappia andare oltre la crisi. È questo il profilo, delineato nel documento finale del laboratorio di pensiero "Giornate d'Europa" che ha animato, per una settimana, il Palazzo Rinascimentale di Aieta. Corsisti, provenienti da molte università, studenti e laureati, hanno partecipato alla Summer School tenuta da prestigiosi docenti sulle varie facce della cultura europeista. Il tema dell'edizione 2014 "Europe state of mind - L'Europa tra concetto, percezione e crisi di rappresentanza" è stato affrontato durante le lezioni e nei Seminari tenuti da rappresentanti del dipartimento programmazione nazionale e comunitaria della regione Calabria. Parole di grande entusiasmo sono state pronunciate dai corsisti e dai docenti nel meeting finale, a testimonianza di un percorso positivo e di come Aieta, già capitale del Rinascimento in Calabria, sia, da quattro anni, anche capitale degli studi europeisti. Il Centro Rinascimento, insieme al dipartimento di scienze politiche e sociali dell'Unical e della seconda università di Napoli, alla Fondazione Carical, al ginevrino Cercle de Coppet e al Comune di Aieta, ha confermato il rigore scientifico e culturale del percorso formativo, ma ha anche creato un sistema di sviluppo locale, attraverso la cultura. La conferma è arrivata anche dalla partecipazione dell'Ente Parco nazionale del Pollino che ne ha fatto un co-evento. “Un risultato che va oltre ogni aspettativa - ha commentato il presidente dell’Associazione Centro Rinascimento, Gennaro Cosentino -  e che ci impegna ad andare avanti, dando continuità alla partecipazione dei giovani corsisti che possono costituire un laboratorio di pensiero costante e duraturo. Anno dopo anno - ha dichiarato Cosentino - stiamo formando cittadini europei, consapevoli e motivati, giovani e lungimiranti,  con i quali vogliamo guardare insieme ad un’Europa che sappia andare oltre la crisi ed essere plurale e autorevole”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie