RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 25 Giugno 2020 10:08

SCALEA(CS).IL "COMITATO PIANO GRANDE" INTERVIENE IN MERITO ALL'INTERRUZIONE DEL SERVIZIO IDRICO IN LOCALITA' PIANO GRANDE .

Al Commissario e al Segretario Generale Comune SCALEA

Alla SORICAL– v.le Europa, 35 (Germaneto) -88100 – Catanzaro

 

Oggetto: Interruzione servizio idrico in località Piano Grande da venerdì sera 19 a domenica sera 21/6/20.

 

Questo comitato denuncia alle SS. VV. il ripetersi di una grave situazione. Ogni volta che si verifica una riduzione di erogazione idrica, l’intera contrada Piano Grande rimane letteralmente senza una goccia d’acqua.

Ciò è avvenuto anche dalla sera di venerdì 19 a quella di domenica 21 giugno e senza alcun preavviso, facendo piombare tutti noi abitanti della contrada in una profonda disperazione, soprattutto in periodo di emergenza Covid-19, che impone la necessità di lavaggi continui e di massima igiene personale ed ambientale.

Siamo, infatti, rimasti privi di un servizio essenziale e vitale con danni enormi, nonostante l’acqua sia una risorsa primaria ed essenziale della persona, afferente ad un diritto costituzionalmente garantito, qual è quello indisponibile alla salute.

Perché tutto ciò è accaduto?Da chi e da cosa è dipeso?

Si è trattato di una gravissima interruzione di un pubblico servizio, tra quelli più essenziali per la collettività, che, in presenza di particolari condotte, è prevista finanche come reato dagli artt. 331 e 340 Codice Penale.

Non sappiamo se ciò si sia verificato per un fatto accidentale o per scelta di qualcuno.In quest’ultimo caso potrebbero emergere responsabilità civili e penali, dal momento che non pare sia ammessa nel nostro ordinamento la totale interruzione della fornitura idrica alle persone, soprattutto se in stato di bisogno, e mai senza un preavviso ed una formale messa in mora. Tale fornitura, nei casi previsti dalla legge e dai regolamenti, può essere ridotta, ma sempre garantendo un’erogazione minima vitale, che allo stato risulta quantificata dall’ARERA in non meno di 50 litri al giorno per persona e sempre con preavviso ed invito a regolarizzare eventuali morosità.

La collettività, quindi, deve essere sempre preavvisata.

Nel nostro caso, invece, per quanto riguarda le zone alte di Scalea e soprattutto la c.da Piano Grande si è verificata, senza alcun preavviso, una totale interruzione del servizio idrico pubblico.

Se non si fosse trattato di un caso indipendente dall’umana volontà, saremmo in presenza di un fatto dai contorni penalmente rilevanti.

Anche la società, che per contratto somministra l’acqua, può, in mancanza di pagamento da parte del comune, certamente ridurre la fornitura, ma mai totalmente ed improvvisamente eliminarla senza assicurare la quantità minima vitale.L’eventuale riduzione va non solo preannunciata al Comune e da questi ai cittadini, ma tarata in modo tale da non sopprimerla totalmente neanche ad un solo abitante, salvaguardando sempre le utenze vulnerabili in documentato stato di disagio economico sociale e quelle pubbliche non disalimentabili. Ciò in località Piano Grande non è avvenuto!

Con la presente, pertanto, questo Comitato “Piano Grande” chiede alle SS.VV. di conoscere cosa sia realmente accaduto e quali siano i vostri intendimenti concreti per evitare che l’assurda vicenda si possa ancora ripetere.

Con i migliori saluti.

Scalea, lì 24/6/2020.

Il Presidente

(Giselda Campanella)

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie