RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 08 Gennaio 2015 18:48

CETRARO. SOPPRESSIONE DEL POSTO DI POLIZIA: L'INTERVENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO DI BONIFICA INTEGRALE DEI BACINI DEL TIRRENO COSENTINO, DAVIDE GRAVINA.

“La chiusura della postazione della Polizia di Stato di Cetraro sarebbe fatto gravissimo, che va scongiurato con forza unanime e con una presa di posizione ferma e decisa da parte di tutte le componenti sociali ed istituzionali del tirreno cosentino” – sulla vicenda che sta interessando la postazione di Pubblica sicurezza di Cetraro, per la quale si paventa la chiusura, è il presidente del Consorzio di bonifica integrale dei bacini del tirreno cosentino, Davide Gravina, ad intervenire e ad esprimere il proprio pensiero. “La legalità, la sicurezza e la presenza dello Stato si affermano anche attraverso la testimonianza diretta che una postazione di Polizia può offrire al territorio e soprattutto ai cittadini. Di sicuro, lo Stato non può risparmiare tagliando fondi alle Forze dell’Ordine, che rappresentano l’ultima baluardo contro il malaffare, contro il crimine e contro e per l’ordine pubblico. In particolar modo in territori come i nostri, spesso periferia della periferia, si ha necessità e bisogno della costante presenza delle Forze dell’Ordine e quanto paventato per la postazione di Ps di Cetraro è un qualcosa che dobbiamo tutti scongiurare. Dobbiamo opporci ai tagli indiscriminati in materia di sicurezza e di contrasto al crimine ed alta dovrà alzarsi la voce di tutti, affinché Cetraro mantenga la postazione della Polizia di Stato ed affinché, anzi, si rafforzi la presenza di chi tutela e difende ogni singolo cittadino. Su questo tema – evidenzia, in conclusione, Davide Gravina – sono in perfetta sintonia con chi si sta già muovendo per evitare quello che potrebbe rivelarsi l’ennesimo scippo per la nostra terra. Il Consorzio di bonifica, per il ruolo che gli compete, farà sentire la sua voce e sarà di fianco al comune di Cetraro ed a tutto il comprensorio tirrenico per impedire la chiusura della postazione della Polizia di Stato, facendosi carico, altresì, delle preoccupazioni di migliaia di consorziati”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie