RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 22 Gennaio 2015 17:27

ALTO TIRRENO. Ora basta. Vi sembra normale poter vivere in un territorio dove i cittadini non hanno neppure la tutela della loro salute, bene primario ed imprescindibile, che è la base per tutte le attività dell'essere umano?

È una chimera  avere il diritto sacrosanto alla tutela della salute?  Su quest'ultimo punto si possono scrivere infinite pagine, dove vari personaggi più o meno squallidi hanno inteso agire nell'esclusivo interesse personale a discapito delle fasce più indifese dei cittadini, di coloro che non avendo sostanze proprie sono abbandonate a se stesse, in un territorio dove si muore per non avere gli ospedali, dove si aspettano i soccorsi che arrivano dopo circa un ora, dove le giunte regionali di destra hanno smantellato presidi vitali come il presidio di Praia a Mare, per far rimanere due ospedali distanti tra loro solo 22 Km e abbandonare tutto l’alto tirreno cosentino a se stesso e dove la nuova giunta di sinistra sembra voler ricalcare tale nefasto andamento? A proposito dopo due mesi non si conosce la nuova Giunta Regionale, forse sono impegnati ad accaparrarsi una poltrona?  Non vi dimenticati i problemi della sanità,  non vogliamo morire per colpe non nostre. E' mai possibile che solo per scelte politiche clientelari un territorio sguarnito per più di ottanta km (DICO OTTANTA), DA PRESIDI OSPEDALIERI mette a rischio la vita di neonati, anziani ,ma anche giovani che per un qualsiasi accidente cruento o meno rischiano per un nonnulla la loro vita? E' da anni che abbiamo pubblicato tabelle e chilometraggi, istituire poli d’eccellenza, registro dei tumori, utilissimo,  tempi di percorrenza assurdi per giungere ad un primo punto di soccorso, per non parlare della mala gestione di tali servizi. Siamo veramente stufi di inondare pagine bianche con l'inchiostro della strafottenza dei potenti riguardo a questo problema, di anteporre interessi di casta agli interessi primari dell'individuo. Agiamo insieme, la prossima volta potrebbe toccare ad ognuno di noi, senza cercare il colpevole, perché noi non siamo stati capaci di difendere il nostro territorio. UNA SOLUZIONE vi è e si chiama REFERENDUM PER L'ANNESSIONE ALLA REGIONE BASILICATA, ritornare alle nostre origini, da voler riproporre con forza con partecipazione, con una rinnovata consapevolezza che evidentemente la Calabria non ci merita, non ci vuole non ci considera , se non quando c'è da chiedere il voto, per poter soddisfare solamente quel desiderio di potere personale di alcuni. Questo è l'invito alla popolazione tutta, basta ribelliamoci non con la violenza ma con un metodo democratico che è quello di poter scegliere una regione che consideri questo territorio una ricchezza e non zavorra.

 

Pino Cardillo - Ass. in difesa della sanità alto tirreno cosentino

2 commenti

  • l'anno scorso in questo periodo furono raccolte oltre 4000 firme al riguardo nei comuni di Aieta, Praia a mare e Tortora, che fine hanno fatto? Se i comuni non approveranno con delibera consiliare la richiesta di referendum, da inviare in Cassazione per la verifica, i cittadini non saranno mai chiamati alle urne. Sarebbe una cosa buona per dare identità ad un territorio oggi frammentato in tre regioni, e quindi poter fare una giusta programmazione non solo in campo sanitario

    inviato Martedì 27 Gennaio 2015 11:37 da pietro
  • E' una proposta molto condivisibile. Se il territorio ricadesse nella Basilicata avrebbe una rilevanza strategica molto maggiore.

    inviato Giovedì 22 Gennaio 2015 18:42 da francesco

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie