RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 23 Gennaio 2015 17:44

CETRARO. Posto Fisso di Polizia: il sindaco e la giunta pronti a rassegnare le dimissioni con conseguente scioglimento del consiglio comunale.

Cetraro. Il consiglio comunale, all’unanimità, “chiede l'immediata sospensione del Decreto  per il tempo necessario alla convocazione di un tavolo istituzionale alla presenza del ministro dell'Interno, del capo della Polizia, delle Forze sindacali di Polizia, della deputazione parlamentare calabrese e del sindaco di Cetraro, al fine di rimuovere le cause che hanno prodotto il decreto di soppressione”.  Nell’ipotesi che non si  dovessero ascoltare le ragioni della città di Cetraro, il  sindaco e la giunta rassegneranno  le  dimissioni con conseguente scioglimento del consiglio comunale.


Decreto di Soppressione del Posto Fisso della Polizia di Stato a Cetraro.

Richiesta Sospensione e Convocazione Tavolo Istituzionale.

 

Premesso che -

negli anni si è rappresentata - a fasi alterne - la volontà di trasferire il Posto Fisso di Polizia di Cetraro (CS) in altro immobile perché ricadente in zona a rischio R4 del PAI dell'Autorità di Bacino Regionale; il fabbricato, invero, non ricade all'interno del perimetro di frana ma nell'area di rispetto della stessa identificata come Buffer Zone di ampiezza pari a 20 metri; in quella zona sono stati già eseguiti lavori per circa 1 mln di euro al fine di mitigare il rischio idrogeologico e sono state già esperite le procedure di gara ad opera del Commissario Straordinario per l'emergenza idrogeologica in Calabria per ulteriori lavori pari a 800.000 euro al fine di completare i lavori di consolidamento già effettuati; il Comune, in questi anni, alla luce degli insuccessi nel reperire altro immobile da parte dell'Amministrazione della Polizia di Stato, ha immediatamente manifestato disponibilità ampia a concedere gratuitamente un immobile comunale disponibile qual è quello dell'ex Palazzo di Città, sito in Piazza Gino Iannelli; nei giorni scorsi si è appreso dalla stampa di un Decreto di Soppressione del Posto Fisso le cui ragioni risiedono proprio nella ubicazione dell'immobile in una zona in frana;

 

Considerato, altresì, che -

non si è tenuto in debito conto della proposta dell'Amministrazione Comunale di Cetraro la quale, più volte, ha ribadito la propria disponibilità a concedere in uso gratuito i locali siti nell'ex Palazzo di Città; la città di Cetraro (CS) ha registrato negli anni la pervasiva presenza della criminalità organizzata, come le recenti operazioni della DDA di CZ hanno dimostrato;

 

Tanto premesso e considerato

il Consiglio Comunale di Cetraro, convocato in via d'urgenza in data odierna, in seduta aperta al pubblico e all'unanimità, 

 

CHIEDE

 

l'immediata sospensione del Decreto in oggetto per il tempo necessario alla convocazione di un tavolo istituzionale alla presenza del Ministro dell'Interno, del Capo della Polizia, delle Forze Sindacali di Polizia, della Deputazione Parlamentare calabrese e del Sindaco di Cetraro, al fine di rimuovere le cause che hanno prodotto il decreto di soppressione. Nelle more di tale convocazione, il Consiglio comunale, su proposta del Sindaco, all'unanimità, ha deliberato di concedere alla Polizia di Stato e in uso gratuito, con decorrenza immediata, l'attuale Palazzo di Città "Silvio Lopiano", sito in Via Luigi De Seta 54 e, nella fattispecie, gli ampi locali attualmente occupati dal Sindaco e dagli Assessori. Resta inteso che, in attesa di convocazione del tavolo ministeriale, il Consiglio comunale rimane permanentemente convocato in forma aperta. Lo stesso Consiglio prende atto della volontà del Sindaco e della Giunta di rassegnare le proprie dimissioni con conseguente scioglimento del Consiglio comunale nel caso in cui non si dovessero ascoltare le ragioni della Città di Cetraro.

 

Il Presidente del Consiglio Comunale                                                 Il Sindaco

F.to Sig. Luigi Mari                                                                       F.to Dott. Giuseppe Aieta

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie