RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Lunedì 02 Febbraio 2015 15:00

SCALEA. RIFIUTI: COVELLI INVITA ALLA MOBILITAZIONE PER NON SPROFONDARE NEL BARATRO DELLA RASSEGNAZIONE.

Una nuova ditta si occuperà di raccogliere e smaltire i rifiuti nel comune di Scalea. I cittadini sperano di vedere l'intero territorio pulito. Sulla problematica è intervenuta  Cristiana Covelli, vice-presidente dell’associazione WScalea. “Più volte – sottolinea Covelli - si è classificata come un'emergenza la cattiva gestione dei rifiuti a Scalea, ci hanno fornito documenti che provavano l'impossibilità di conferire in discarica e annessi intoppi burocratici, ma credo che ormai tutto ciò non sia sufficiente a giustificare quello che accade, o meglio credo che ai cittadini tutto questo non competa.  Quando sono arrivate, poco prima di Natale, le famose bollette corpose – continua Cristiana Covelli - nessun responsabile comunale ha pensato alle difficoltà delle famiglie e se queste avessero avuto problemi a pagarle, perchè i cittadini dovrebbero non fare lo stesso? Ovvero pretendere il servizio senza se e senza ma. Perciò se per gli utenti insolventi c'è equitalia chi c'è per chi non fa bene il proprio lavoro? Girando per le vie della città di Scalea soprattutto per le periferie - continua Covelli - sono visibili cumuli di spazzatura e animali che la spargono in giro e che dire dei terreni comunali vicino al Liceo Scientifico di Scalea e il palazzo dell'Ecomuseo? Pronti per i prossimi roghi! E' stato facile incolpare Scalea di tutti i suoi mali, marchiarci per anni di essere incivili e senza regole ma ora che siamo commissariati la situazione appare ancora più sconfortante. Se è vero che di regole ha bisogno Scalea è vero anche che l'esempio del "buon padre di famiglia" è indispensabile ai fini educativi quindi chi ci governa ha il dovere di non consentire il prosieguo di quanto detto cominciando dalla bonifica dei terreni comunali adiacenti all'ecomuseo e al liceo scientifico P. Metastasio. Un futuro migliore per Scalea è possibile – conclude Cristiana Covelli - ma se non è l'intero tessuto sociale a mobilitarsi è ancora più facile sprofondare nel baratro della rassegnazione”.

1 commento

  • Scrivo da Milano, circa 10 giorni fa ho avuto l'occasione di transitare da Scalea. Ho una casa al "Villaggio la Bussola" e mi sono accorto che in tutta la zona denominata "Petrosa" sono stati tolti i cassonetti della spazzatura. Mi sono domandato "dove buttano la spazzatura quelli che abitano in questa zona"? Cosa sta succedendo?
    Qualcuno mi può dare una risposta?
    Caludio della Torre
    P.S. chiaramente i miei rifiuti me li sono portati a Milano!

    inviato Lunedì 02 Febbraio 2015 16:36 da Claudio Della

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie