RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Sabato 07 Giugno 2014 10:19

DIANMANTE. Misericordia Diamante, i vertici puntano agli uffici centrali dell’ASP. Accanto alla Bernaudo i nomi di altri funzionari e dirigenti

“Dopo la notizia di una nuova denuncia a carico del direttore del distretto Tirreno dott.ssa Bernaudo, i vertici della Congregazione di Misericordia di Diamante siano intenzionati a procedere a nuovi esposti segnalando alla magistratura altri nominativi di dirigenti e/o funzionari che verrebbero considerati corresponsabili, assieme alla Bernaudo, di continue decisioni e provvedimenti assunti “come vessatorie e frutto di una chiara intenzione diretta a ostacolare e danneggiare l’associazione. Basti pensare a quanti provvedimenti adottati dal distretto di Praia-Scalea e successivamente Tirreno siano stati poi annullati dalla stessa ASP in autotutela. Dai provvedimenti che tentavano di sottrarre i servizi agli estremi ritardi nei rimborsi del servizio dializzati ora si è giunti nel ricalcolare i rimborsi sulla base di criteri decisi successivamente all’affidamento ed esecuzione del servizio. – continuano dalla Misericordia – Faremo presente agli inquirenti il nome di altri dipendenti ASP che potrebbero aver parte di responsabilità in tale meccanismo che da anni gira a nostro sfavore. Riteniamo probabile, infatti, che sia gli uffici della ragioneria che quelli responsabili della gestione dei dializzati possano essere parte attiva in tale ulteriore abnorme devianza della retroattività della convenzione per il servizio dializzati. È l’ennesimo atto che denota quale sia il grado di competenza all’interno di alcuni uffici dell’ASP di Cosenza, primo fra tutti il distretto Tirreno; le aberrazioni del diritto che si verificano al distretto Tirreno lasciano interdetti tanto da non riuscire a comprendere quali siano i meccanismi logico/legali che ne regolano la vita.”

1 commento

  • L'unica sede per un eventuale confronto può e dovrà essere esclusivamente quella giudiziaria (già per sua natura pubblica) e non quella del "condominio" auspicata dalla Bernaudo. Il sentimento di pietas (nel suo significato corrente sentimento che induce l'uomo ad amare e rispettare il prossimo) mostrato dalla Bernaudo, cozza con le azioni dalla stessa messe in atto sinora. Azioni alle quali successivamente è stato posto rimedio da provvedimenti della direzione generale ASP (annullandone gli effetti) a riprova della estrema scorrettezza delle stesse. Nei prossimi giorni, tuttavia, appena ricevuta notizia ufficiale da parte del distretto Tirreno sulla adozione dell'ultimo annunciato ulteriore abnorme provvedimento, provvederemo ad attivare una azione di danno direttamente nei confronti della Bernaudo. Avremo la pazienza di attendere la definizione di tali azioni legali.
    P.s.per mero tuziorismo e solo per amore per la cultura vorrei significare alla Bernaudo che il significato attuale della parola pietà, cioè misericordia, non corrisponde al significato del termine da cui essa deriva: la pietas (termine usato dal dir. Del distretto Tirreno) degli antichi era infatti la devozione religiosa, il sentimento d'amore patriottico e di rispetto verso la famiglia.

    inviato Sabato 07 Giugno 2014 15:15 da avv. Domenico Oliva

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie