RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Martedì 28 Aprile 2015 12:02

Preoccupazione dell’Assessore Maiolino per i danni al Turismo derivanti dalla chiusura dell’autostrada dopo il crollo del viadotto Italia.

La chiusura del  tratto autostradale di Laino Borgo, conseguente al crollo del viadotto Italia con  l’obbligo per i mezzi pesanti di deviare sulla SS  Tirrenica 18, preoccupa  l’ Assessore al Turismo del Comune di Diamante,  Franco Maiolino,  che  nell’acuirsi  della già critica viabilità dell’Alto  Tirreno Cosentino  vede delle negative ricadute sulla prossima stagione  turistica.  – Abbiamo  visto - asserisce l'Assessore Maiolino -  sia nel Week end  pasquale che in questo  del  25 Aprile, come  sia diventato insostenibile  il traffico degli automezzi pesanti,  che è obbligato a riversarsi  sulla statale Tirrenica che attraversa  il litorale  della  Riviera  dei Cedri. In questo territorio,  l’ intensivo sviluppo  turistico ha  fatto  si  che la SS 18, unica ed importante arteria  stradale, sia divenuta  al tempo stesso  superstrada a scorrimento veloce ed elemento  di viabilità locale nonché,  per l’assenza di complanari, strada di  accesso e servizio per le tante strutture recettive e balneari,  che proprio lungo la SS 18 si sono  sviluppate - Questo lembo  di Calabria – continua ancora l’Assessore -   paga da tempo un prezzo troppo  alto ad una  viabilità  che la penalizza  per  l’eccessiva distanza  dallo scalo aereoportuale di Lamezia,  per una carenza  di trasporti pubblici adeguati,  aggravati  dalla progressiva  dismissione  dei collegamenti ferroviari,  che di fatto  rendono la Riviera dei Cedri  assolutamente  non competitiva  con le altre mete turistiche del Mediterraneo.   C’ è la necessità -  continua Maiolino,   nel rispetto  delle doverose indagini  delle Procure di Castrovillari e di Catanzaro, e dei prioritari interventi finalizzati alla sicurezza, che non si registrino ritardi e che l’ANAS  e tutti gli altri organismi competenti intraprendano  tutte le azioni necessarie per evitare  il prolungarsi di questa oggettiva  criticità che finirebbe  col penalizzare  turisticamente  ed economicamente la Riviera dei Cedri  e tutto il Tirreno  Cosentino.  L’amministrazione  comunale  di Diamante farà voti  e avanzerà  ufficialmente  nei prossimi giorni richiesta, oltre che all’ANAS,  al Ministeri delle Infrastrutture e del Turismo, nonché  alla Presidenza della Giunta Regionale  a che questa problematica sia tenuta nella debita considerazione, auspicando  che si adottino tutti gli interventi  necessari, per far fronte a questa  emergenza  strutturale  che non può e non deve penalizzare  un territorio  che ha fatto del turismo la sua risorsa principale.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie