RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Domenica 31 Maggio 2015 16:28

SCALEA. Pensionati di Scalea in difficoltà. Le tasse cittadine ci stanno uccidendo.Michele Calvano,un pensionato della CGIL scrive pubblicamente all'amministrazione comunale.

Il comune di Scalea, afferma Michele Calvano,il rappresentante del comitato dei pensionati della camera del lavoro CGIL locale,e' paragonabile alle sanguisughe. "L'amministrazione comunale, continua nella nota il pensionato,non ha capito che ha prosciugato le tasche ai cittadini e non si rende conto che l'utente non può più pagare tributi perché non ha i soldi. Specialmente gli anziani che percepiscono una pensione minima che sono puntualmente portati ad un bivio per ogni cartella che arriva e scegliere cosa fare: morire di fame o pagare. Tutto cio'sembra che ai responsabili degli uffici comunali di Scalea non importa nulla perché a loro interessa solo che il popolo paghi somme ricavate a casaccio, senza che ci siano stati controlli che gli ispettori di competenza dovrebbero effettuare periodicamente con accuratezza. I danni e le colpe delle passate amministrazioni comunali, ha detto Calvano, li stanno pagando a caro prezzo i poveri cittadini di Scalea. Un comunità ormai sull'orlo del dissesto sia economico che ambientale. Tutto ciò confermato dagli ultimi avvenimenti e messo in evidenza dalle statistiche che vedono Scalea con il più alto tasso di tariffe rispetto al resto dei comuni d"Italia. Si e'arrivati addirittura al punto di recapitare le stesse bollette a tutti i componenti del nucleo familiare anziché al solo intestatario dei beni. I cittadini del resto chiedono dovute spiegazioni sulla fine che fanno i propri soldi versati dato che servizi come la viabilità e la nettezza urbana lasciano a desideare.I commissari prefettizi, - ha concluso Calvano, si rendono conto che per circolare in citta'c'e'bisogno dei mezzi cingolati per via della completa mancanza di manutenzione delle strade? Inoltre come mai e'risaputo che c'e'una buona percentuale di utenze mai messe a ruolo e gli uffici non si muovono per regolarizzare il tutto. Possibile che a pagare devono sempre essere i soliti onesti? Possibile che i soldi spariti dalle casse comunali li dobbiamo piangere noi e non i veri responsabili di questo disagio cittadino. Spero tanto in una risposta.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie