RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 21 Agosto 2015 09:39

GUARDIA COSTIERA DI MARATEA, EROICO SALVATAGGIO DI SETTE PERSONE


Si è abbattuto nella giornata odierna sulle coste lucane un’improvvisa mareggiata, che dalle prime ore del pomeriggio ha creato non poche difficoltà ai diportisti, che avevano scelto di trascorrere gli ultimi scapoli di ferie nelle acque di Maratea.Il repentino peggioramento delle condizioni meteo, caratterizzate da mare mosso (forza 4 con altezza di onda 1,80 metri e vento 10-15 nodi)  ha messo a dura prova la macchina dei soccorsi della Guardia Costiera di Maratea. La Sala Operativa di questo Comando alle ore 14.20 circa ha ricevuto una richiesta di assistenza da parte di due persone in località Cersuta, che si erano incagliati negli scogli con il proprio natante, visto le avverse condizioni meteorologiche. Il personale militare dipendente attraverso il GC A 84 a mare e l’autopattuglia a terra aiutava a sbarcare tra gli scogli i due mal capitati, i quali, a parte una giustificata paura, non riportavano alcuna conseguenza fisica. Negli stessi attimi, giungeva una nuova segnalazione a questo Comando da parte di una persona che rientrata con la sua barca nel porto di Maratea, riferiva che in due calette vicine tra loro ma non comunicanti in località Marina Grande raggiungibili solo via mare, erano rimaste sette donne (sei italiane di origine campana e una signora di nazionalità rumena) isolate, le quali non sapendo nuotare bene e vedendo l’incresparsi delle onde alte fino a un metro e ottanta, hanno preferito rimanere in spiaggia e aspettare i soccorsi della Guardia Costiera, invece di raggiungere tramite tender, come fatto dai due familiari le due rispettive imbarcazione ormeggiate alla fonda a circa 150 metri dalla costa.Arrivato sul posto il dipendente GC A84, riusciva dapprima ad individuare le calette in questione e con alcune manovre eccellenti da un punto di vista della perizia marinaresca del conduttore C. 1ª Cl. PIACENTE Nicola, visto le condizioni meteo marine in zona e la presenza di alcuni scogli affioranti, si portava a circa 70 metri dalla prima caletta, dove erano presenti quattro donne. Vista l’impossibilità di arrivare più vicino il Sc. 1ª Cl. COSENTINO Vincenzo decideva, in comune accordo con il Conduttore del battello, di tuffarsi in mare per raggiungere a nuoto la spiaggia, nonostante le proibitive condizioni del mare, ed iniziare l’attività di recupero uno alla volta delle quattro persone, mettendole in sicurezza fin da subito tramite l’utilizzo del salvagente anulare con cima galleggiante. Ultimate le operazione di recupero e messa in sicurezza a bordo del GC A84 delle prime quattro persone, il battello si dirigeva 200 metri più a nord, dove erano presenti ulteriori tre donne, anch’esse bloccate in spiaggia dalla mareggiata. Questa volte le operazioni di soccorso venivano eseguite con le stesse modalità operative di cui sopra dal Sc. 2ª cl. CARIELLO Gennaro, il quale anch’esso tuffatosi in mare raggiungeva le tre donne ed una alla volta le recuperava, aiutandole a trasbordare sull’unità militare. Messe in salvo le sette persone, tutte in buona salute, ma in evidente stato di panico, il battello rientrava in sicurezza presso gli ormeggi nel porto di Maratea. Le persone soccorse sono state invitate appena sbarcate presso gli uffici di questo Comando, dove ad attenderli vi erano i parenti ed amici, nel frattempo rassicurati del buon esito delle operazioni di recupero. Il Tenente di Vascello Angelo LABELLA - Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea -, che ha coordinato l’attività in parola, ringrazia pubblicamente il personale della Sala Operativa e in particolar modo l’equipaggio del GC A84, che con il proprio operato ha dato lustro ed evidenza al lavoro, che il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera è chiamato quotidianamente a svolgere in maniera prioritaria per la tutela e la salvaguardia della vita umana in mare. L’Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Maratea, ricorda inoltre il numero blu 1530 per le emergenze in mare, valido su tutto il territorio nazionale 24 ore al giorno e utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che da cellulare oltre al numero di telefono 0973 87 68 59 della Sala Operativa del Comando in intestazione, anch’esso operativo 24 ore al giorno.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie