RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 18 Giugno 2014 19:59

VERBICARO. BCC: Ennesima richiesta di rilascio di copia delle delibere afferenti i CDA.

STUDIO LEGALE AVVOCATO UGO VETERE 87020 S. MARIA DEL CEDRO - Frazione MARCELLINA - VIA MATISSE n. 1 TEL. 0985-43621 FAX 0985/43895

P.I. 03106650785

                                          00193 – ROMA Via Valadier n. 39

Tel. 06/68135547 – Fax 06/6877767 - + 39  3939360817

E- mail : vrstudioleg@libero .it

  Avv. Ugo Vetere ( 333/ 5774520)

Avv. Giuseppe Bruno

Avv. Angela Ruggiero

Avv. Maria Rosaria TiesiAvv. Antonio Vetere

Avv. Elvira Vetere

Avv. Maria Rosaria Tiesi

Dott.ssa Antonietta Adduci

Dott. Francesco Chiappetta

Dott.ssa Rosa Argia D’ Elia

Dott.ssa Ornella Magurno

S. Maria del Cedro lì 18.06.14 ore 15,00

 

Procura Distrettuale  ( DDA )della Repubblica

Presso il Tribunale di CATANZARO

Ill.mo Signor Procuratore Capo

 

Ill.mo Signor Procuratore della Repubblica

Presso il Tribunale di Paola

Dottoressa Camodeca

 

Ill.mo Signor Comandante della Stazione/ Comando Carabinieri di Scalea

Dottor Falce

Fax 0985/ 920888

 

Ill.mo Signor Tenente della Guardia di Finanza di Scalea

Fax 0985/ 20247

 

Ill.mo Signor GIP del Tribunale di Paola

Dottor Carmine De Rose

0982/ 582598

 

Al Signor Presidente

Federazione delle Banche di Credito Cooperativo

Contrada Cutura

Rende

Dottor Nicola Paldino

E mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Al Signor Direttore – Dottor De Bonis Leonardo

Della  BCC di Verbicaro

C/O Sede sociale

Verbicaro

Fax 0985/ 60070

Email : Leonardo.De Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.             

 

Banca D’Italia

Servizio Vigilanza

Via Nazionale 91

00184 Roma

Pec. Banca Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ai Membri del CDA

Della BCC di Verbicaro

Signori : Russo Giuseppe

Silvestri Francesco

Cirimele Carmine

Mario Saporiti

 

Ai Membri del Collegio Sindacale

Signori Germano Vittorio

Giovanni Pagano

Germano Nicoletta

 

Oggetto :  Richiesta copie delibere del CDA del 02.06.14, del 09.06.14 e del 12.06.14.

 

Ill.mo Signor Procuratore Capo, presso la Procura Distrettuale  ( DDA )della Repubblica Presso il Tribunale di CATANZARO

 

Ill.mo Signor Procuratore della Repubblica Presso il Tribunale di Paola

Dottoressa Camodeca ;

 

Ill.mo Signor GIP del Tribunale di Paola, Dottor Carmine De Rose ( coordinatore dell’ufficio GIP) ;

 

Egregio Signor Presidente Della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo Dottor Nicola Paldino ;

 

Ill.mo Signor Governatore della Banca D’Italia ;

 

Gentile Signor Direttore della BCC di Verbicaro;

 

Gentili Consiglieri della BCC di Verbicaro ;

 

Gentili membri del Collegio Sindacale della BCC di Verbicaro;

 

Con la presente, nella mia qualità di legale di fiducia del Presidente del CDA della BCC di Verbicaro, Signor Riccetti Arturo nato a Verbicaro il 09.03.54 ivi residente alla Via Roma n. 3 e del consigliere Battista Pignataro nato a Praia a Mare il 12.07.1975 che me ne hanno conferito espresso incarico, facendo seguito alle precedenti mie inoltrate agli indirizzi in intestazione e agli organi di stampa ( cui la presente viene trasmesa) vengo “ nuovamente” a chiedere il rilascio in favore dei miei assistiti di copia delle delibere afferenti i CDA tenutisi nelle date sopra indicate.

----------------------------

Ricordo infatti, che il Signor Riccetti,  è  “ ancora “ il Presidente della BCC di Verbicaro, a meno che “ i 4 ……… restanti consiglieri ….. (Signori Russo Giuseppe, Silvestri Francesco, Cirimele Carmine e Mario Saporiti) non hanno statuito diversamente……” – circostanza questa non conosciuta dal diretto interessato cui nulla è stato notificato e/ o comunicato in merito “.

-------------------------

Si ricorda alle istituzioni in intestazione che ad oggi, sebben sono decorsi ben 15 giorni dal CDA tenutosi in data 02.06.14 al Riccetti, Presidente della BCC di Verbicaro, poiché eletto dalla maggioranza dei soci, alcun provvedimento che “ abbia decretato la sua decadenza è stato comunicato e/o notificato”.

-------------------------

Circostanza questa non ammissibile in un paese civile ove “ la Magistratura e le Istituzioni competenti” dovrebbero far osservare “ leggi, regolamenti e statuti”.

---------------------

A meno che non si “ autorizzi” la “ parte” a “ farsi giustizia da se”.

---------------------------------

Ciò posto si invita nuovamente la Magistratura competente ad adottare i dovuti provvedimenti, ricordando che il Riccetti, che da “ vox populi sarebbe stato dichiarato decaduto”, non ha ricevuto alcun provvedimento ufficiale in merito.

Provvedimento necessario per poter esercitare il diritto costituzionalmente garantito di poter far valere le proprie ragioni davanti alla competente autorità giudiziaria.

-----------------------

Con comunicazione per l’ufficio di Procura del Tribunale di Paola e dell’Ufficio GIP sempre del Tribunale di Paola che l’intero incartamento e tutte le denunce sporte dai miei rappresentati “ in data 19.06.14” saranno trasmesse  anche alla Procura Distrettuale  ( DDA )della Repubblica, Presso il Tribunale di CATANZARO nella persona Ill.mo Signor Procuratore Capo, al fine di accertare “ se sussistenti” reati di competenza della Procura Distrettuale .

----------------------

A ciò aggiungo che il Signor Pignataro Battista “ a meno che “ i 4 ……… restanti consiglieri  sopra citati….. non hanno statuito diversamente……  ad oggi dovrebbe ricoprire la carica di consigliere della BCC di Verbicaro”.

Nelle qualità in atti ha diritto ad ottenere quanto richiesto in oggetto – in copia autentica all’originale”-.

-------------------------

Con riferimento alla nota protocollo 705/ 14 del 10.06.14 a firma del Direttore della BCC di Verbicaro, pervenuta presso lo studio del sottoscritto Avvocato solo in data odierna, secondo cui, la “ richiesta di rilascio del verbale relativo alla seduta del 02.06.14” non potrebbe trovare accoglimento “ poiché le istanze non sono corredate da formale procura” evidenzio che “ per poter agire “ – come nel caso in esame - stragiudizialmente”, non è necessario allegare alcuna “ procura”.

------------------

Sicuramente i “ dotti professionisti” che “ seguono la vicenda” – per conto dell’istituto di credito - potranno confermare quanto sostenuto dal sottoscritto Avvocato.

--------------------------

Senza dimenticare che il Signor Pignataro ha avanzato di proprio pugno “ la richiesta in oggetto”.

Pertanto “ la questione sollevata con la nota del 10.06.14” è priva di qualsivoglia fondamento e pregio giuridico.

---------------------------

A ciò vorrei aggiungere -  e ricordare sia ai consiglieri Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti, che ai componenti del collegio sindacale oltre che al direttore De Bonis – che diversamente da quanto portato nella nota del 10.06.14,  con nota del 05.06.14 l’istituto di credito a mezzo del suo direttore “ …. Ha comunicato che ……. Il libro delle adunanze e le deliberazioni del consiglio di amministrazione è tenuto ai sensi dell’art. 2421 del c.c., dagli amministratori e pertanto la sua richiesta sarà portata all’attenzione della prima riunione utile del CDA che ne valuterà nell’ambito della sua autonomia l’accoglimento ….”.

--------------------------

Nel prendere atto “ del nuovo orientamento” vorrei ricordare che l’istituto di credito in intestazione ha già rilasciato in favore del sottoscritto Avvocato, copia di una delibera di CDA.

----------------------

E precisamente quella che escludeva dalla “ competizione elettorale il Riccetti”.

Delibera impugnata e sospesa dal Tribunale di Catanzaro, Sezione delle Imprese.

----------------------

Anche in quella occasione la richiesta di rilascio della delibera è stata avanzata da questo difensore senza “ allegare” procura “ del Riccetti”.

-------------------------------------

Senza dimenticare che in quel caso “ la delibera” è stata inoltrata presso lo studio del sottoscritto avvocato “ senza che …… il CDA…. ( composto da 3 degli attuali componenti Silvestri Francesco, Russo, e Saporiti,  vagliasse la richiesta del sottoscritto Avvocato”).

Tanto non fa che confermare “ l’intendimento dei membri del CDA che è quello di non rilasciare quanto richiesto a chi ne ha diritto”.

Senza dimenticare che l’eventuale provvedimento che  ha “decretato la decadenza del Riccetti quale Presidente della BCC di Verbicaro” per “ legge “ – sempre che ancora in Italia e soprattutto in Calabria la legge esiste – dovrebbe essere comunicato e/o notificato”.

Notifica necessaria a che il Riccetti possa esercitare il diritto costituzionalmente garantito di poter far valere le proprie ragioni davanti alla competente autorità giudiziaria.

-------------------------

Ciò posto vorrei ricordare che il sottoscritto avvocato, scrive oltre che nell’interesse del Presidente della BCC di Verbicaro, anche del Signor Pignataro  Battista che rivestendo la qualità di consigliere del CDA ha diritto di conoscere – ed estrarre copia - le deliberazioni del CDA dell’istituto di credito di cui “ dovrebbe essere  a tutti gli effetti organi sociali” ( A meno che i verbali del CDA della BCC di Verbicaro, caso unico al mondo, sono segreti e non “ conoscibili neanche ai membri del CDA”).

Tale circostanza ad oggi è negata al mio rappresentato.

-----------------------

Ma nella vicenda v’è di più.

Aderendo al contenuto della nota assunta al protocollo dell’istituto di credito con n. 689/ 14 del 05.06.14 a firma del Direttore De Bonis -  i miei rappresentati ( consiglieri di amministrazione della BCC ) potranno avere i verbali dei CDA sopra richiamati solo se i “ …. Restanti 4 …… Consiglieri…… , Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti…… bontà loro ……. Decideranno …… di rilasciare in loro favore ….. altri consiglieri …… copia dei verbali afferenti i CDA tenutisi in data 02 ,09, 12.06.14……”.

Siamo all’inverosimile.

----------------

Ma nella vicenda- visto l’assordante silenzio delle istituzioni competenti -  ormai “ tutto è ammesso”.

 I Restanti 4 Consiglieri – signori Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti - possono adottare con il consenso del Direttore e del collegio sindacale qualsivoglia provvedimento.

Come di fatto stanno facendo visto che si tengono CDA “ a cadenza quasi giornaliera” ( addirittura in quello fissato per giorno 19.06.14 alle ore 18,00 il CDA dovrebbe deliberare in ordine alla concessione di fidi).

--------------------------------

Sempre nell’interesse dei miei assistiti, reitero l’ invito per  il Direttore De Bonis , per i consiglieri (Signori Russo Giuseppe, Silvestri Francesco, Cirimele Carmine e Mario Saporiti) , per i componenti del collegio sindacale Germano M. V. e Germano N., a non preoccuparsi dei problemi di “ immagine che la banca viene a subire in seguito all’inoltro delle denunce e diffide oltre che alla competente autorità giudiziaria e agli organi di vigilanza anche agli organi di stampa “ , visto che i soci della BCC – almeno quelli che hanno nominato il Riccetti a presidente della BCC di Verbicaro - che “ dovrebbero essere le persone cui dare risposte”, sono “ sconcertate dai comportamenti assunti tanto dal Direttore che dai 4 consiglieri Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti e dal connivente collegio sindacale …………composto guarda caso da zia e nipote …” che con un colpo di mano, ha sovvertito il risultato che è scaturito dal rinnovo delle cariche sociali, inventandosi a proprio piacimento, una decadenza del Presidente nominato e “ convalidando le nomine dei restanti componenti del CDA e del Collegio sindacale…… alcuni di loro sì, ineleggibili per palese …… conflitto di interesse” ( …… Russo in primis…. E Saporiti…… oltre che Germano M. V. e Germano N….. ).

Così come i miei rappresentati, non si fanno intimorire “ da paventate … e preannunciate …. Denunce nei loro confronti…….” ( per quale reato ???? ).

---------

A tanto aggiungo, che il Riccetti, non appena otterrà il verbale del CDA del 02.06.14 – quello mai redatto nella sala ove era convocato il CDA – lo impugnerà davanti alla competente autorità giudiziaria.

Autorità cui si confida per porre rimedio al colpo di mano posto in essere  dal Direttore , dai dai 4 consiglieri ( Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti) e dal connivente collegio sindacale ( composto guarda caso da zia e nipote )che ha sovvertito – in modo illegittimo -  il risultato che è scaturito dal rinnovo delle cariche sociali, inventandosi a proprio piacimento, una decadenza del Presidente nominato e “ convalidando le nomine dei restanti componenti del CDA e del Collegio sindacale alcuni di loro sì, ineleggibili per palese conflitto di interesse” ( …… Russo in primis…. Saporiti poi …… oltre che Germano M. V. e Germano N….. ).

 

 

 

Senza dimenticare che allorquando il Riccetti si è rivolto all’autorità giudiziaria, questa ha ritenuto fondate le sue doglianze, mentre quelle “ sostenute dal collegio sindacale e dai membri del CDA sono state respinte”.

-----------------

A mente di questo difensore in Italia la Magistratura costituisce ancora “ un ordine riconosciuto” cui “ riferirsi in ipotesi di commissione di reati”.

Per tutti i motivi esposti, si invita la Magistratura competente ad adottare i dovuti provvedimenti non escludendo la richiesta in via d’urgenza “ di provvedimenti interdittivi”.

------------------------------

Si ricorda all’autorità inquirente che il Riccetti -  che da “ vox populi sarebbe stato dichiarato decaduto”- non ha ricevuto alcun provvedimento ufficiale in merito.

Il provvedimento – che ha dichiarato la sua decadenza ( ???? ) è necessario per poter esercitare il diritto costituzionalmente garantito di poter far valere le proprie ragioni davanti alla competente autorità giudiziaria.

Solo con l’intervento della Magistratura l’istituto di credito – tanto è palese visto il comportamento assunto dal CDA - rilascerà quanto dovuto.

In difetto si consentirà all’istituto di credito – e ai suoi organi – di “ impedire al Riccetti di approntare qualsivoglia forma di impugnativa”.

Senza dimenticare che i soci della BCC di Verbicaro, i cittadini ricadenti sull’alto tirreno cosentino, le istituzioni presenti, “ vedrebbero” sovvertito il risultato “ elettorale”.

Il Riccetti, ritenuto dal Tribunale delle Imprese di Catanzaro e quindi con un provvedimento dell’autorità giudiziaria competente, candidabile  con  colpo di mano posto in essere  dal Direttore , dai dai 4 consiglieri ( Silvestri Francesco, Russo, Cirimele  e Saporiti) e dal connivente collegio sindacale ( composto guarda caso da zia e nipote )in modo illegittimo è stato destituito dalla sua carica.

Ad oggi, a distanza di 15 giorni dal CDA tenutosi in data 02.06.14 “ non è dato sapere i motivi e le ragioni della dichiarata decadenza”.

Tanto oltre che grave è “ offensivo” non solo per il Riccetti, per tutti gli uomini e le donne che ancora credono nelle istituzioni ed in primis nella Magistratura.

Con osservanza.

Avv. Ugo Vetere

 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie