RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Sabato 02 Aprile 2016 09:35

VERBICARO. BCC DI VERBICARO, IL CDA APPROVA IL BILANCIO 2015: L’INDICE DI SOLIDITA’ PATRIMONIALE E’ DEL 27%.

Il Consiglio di amministrazione della Bcc di Verbicaro ha approvato nei giorni scorsi il progetto di Bilancio 2015, che si chiude con un utile superiore a 100 mila Euro. A dispetto della crisi che continua a deprimere l’economia nazionale e locale ormai da un decennio e che ha determinato l’insorgere di forti perdite per un sempre più crescente numero di istituti di credito, gli amministratori si presenteranno al cospetto dell’assemblea dei soci con il segno più per il quinto anno consecutivo. Un bilancio peraltro caratterizzato dall’assenza di titoli tossici ed obbligazioni subordinate collocate fra i risparmiatori privati. L’ennesimo esercizio in utile porta la BCC di Verbicaro ad avere un CET1 Ratio, calcolato come rapporto tra il patrimonio della banca e le attività ponderate per il rischio, che da quest'anno è diventato il parametro più utilizzato per valutare la solidità di un intermediario finanziario, superiore al 27%. Un valore ben al di sopra al limite dell’8% imposto dalla BCE, del livello obiettivo del 20% individuato da Banca d’Italia e, soprattutto, di gran lunga superiore alla media registrata sia nel perimetro del Credito Cooperativo che in quello delle banche di rilevanza nazionale. Un CET1, noto anche come indice di solidità patrimoniale, di tale portata rappresenta il più importante presidio per i rischi implicitamente connessi all’esercizio dell’attività bancaria; non basta, in altri termini, qualche svalutazione in più, come superficialmente e frettolosamente sostenuto altrove, per generare una crisi aziendale. In netto calo anche il rapporto fra crediti deteriorati netti e crediti netti complessivi, passato dal 21,3% del 2014 al 17,3% del 2015, segnatamente al di sotto della soglia di attenzione del 20%, limite assurto agli onori della cronaca in seguito ad un articolo pubblicato nel mese di gennaio scorso dal Sole 24 Ore e recentemente ripescato da alcuni quotidiani locali. Su tale versante, peraltro, altre riduzioni si prospettano per i prossimi mesi, quando le misure per favorire lo smobilizzo dei crediti deteriorati messe in atto dal governo centrale diverranno operative. Ulteriore elemento di stabilità della banca è fornito dal rapporto fra le somme impiegate presso imprese e famiglie e l’ammontare dei risparmi raccolti fra il pubblico, marcatamente inferiore sia alla media regionale sia a quella nazionale, con una posizione di liquidità e solvibilità complessiva che pongono la BCC di Verbicaro ai vertici delle classifiche nazionali. In crescita anche i livelli di impieghi e raccolta, altro dato in controtendenza rispetto al panorama nazionale, a dimostrazione dell’attenzione della Banca verso il territorio da un lato e della fiducia dei risparmiatori dall’altro.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie