RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 27 Gennaio 2017 05:41

Cetraro. Una fiaccolata per ricordare la Giordanelli

Tiziana Ruffo.  Una fiaccolata per ricordare l’assassinio della dottoressa Annalisa Giordanelli, avvenuto barbaramente  lo scorso anno a Cetraro, in località San Francesco. Un omicidio che ha scosso tutta la città, che con tale iniziativa  intende manifestare la propria indignazione contro l’inaudito delitto e contro ogni forma di violenza. Il comune, l’Unità pastorale di Cetraro, gli istituti scolastici e le associazioni hanno organizzato,  per domani (28 gennaio),  in occasione della cinquantesima giornata mondiale della pace, una  manifestazione  dal titolo “La non violenza: stile di una politica per la pace”. L’evento si svolgerà a partire dalle 15.30 in Piazza del popolo con il ritrovo dei giovani delle parrocchie. Un laboratorio per ragazzi e la Santa Messa nella chiesa madre di San Benedetto Abate precederanno la fiaccolata della pace, prevista per le 18.15 che si concluderà proprio in via San Francesco, luogo in cui fu uccisa la Giordanelli, con l’intervento di autorità civili e religiose.  A distanza di un anno, dunque, il tragico assassinio continua ad essere occasione di riflessione sulla brutta china in cui rischia di precipitare Cetraro per la preoccupante recrudescenza di fenomeni delinquenziali che turbano la serenità dei cittadini. Tanti episodi di violenza che nei mesi scorsi hanno sconvolto la comunità cetrarese, costretta ad assistere ad atti delinquenziali, che vanno dai furti agli incendi d’auto, dalle intimidazioni alle note vicende avvenute nel porto di Cetraro. In questo contesto il ricordo della dottoressa  Annalisa Giordanelli rappresenta l’occasione per far sentire la voce di protesta della città che con la fiaccolata di sabato vuole mantenere accesa la speranza che si possa chiudere definitivamente la pagina della violenza per intraprendere con determinazione il cammino della pace e del cambiamento.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie