RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Lunedì 06 Marzo 2017 08:45

Controlli alla movida dell’alto tirreno cosentino: 2 persone arrestate e 5 denunciate.

I Carabinieri della Compagnia di Scalea hanno attuato sul territorio un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato principalmente a garantire un sereno week-end ai giovani in cerca di sano divertimento che hanno raggiunto i locali dell’alto tirreno cosentino. Nel corso dei controlli, i militari dell’Arma hanno arrestato due persone, provveduto a numerose denunce, attuando posti di controllo lungo le principali arterie dell'area al fine di prevenire incidenti e di invitare i giovani alla prudenza. A Diamante (CS), all’interno di un locale, durante alcuni controlli finalizzati alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, i militari del N.O.R.M. unitamente ai colleghi della locale Stazione, hanno  arrestato una donna classe ’83 per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale in quanto, al fine di sottrarsi al controllo di polizia ha colpito con calci e pugni gli operanti, minacciandoli ripetutamente. Medesimo contesto sono state segnalate alla Prefettura di Cosenza quattro giovani quali assuntori di sostanza stupefacente. Contemporaneamente i Carabinieri di Praia a Mare hanno deferito in stato di libertà un uomo trovato nei pressi di un locale in possesso di sei dosi di eroina termosigillate, verosimilmente pronte per essere vendute durante la serata. Durante i posti di controlli è stato arrestato un uomo classe ’54 ricercato poiché doveva espiare un periodo di reclusione per aver commesso una violenza sessuale e un giovane classe ’92 è stato deferito in stato di libertà poiché era entrato in un locale occultando nei pantaloni un tirapugni in ferro. A San Nicola Arcella un pregiudicato del posto è stato deferito in stato di libertà dai militari di Scalea poiché trovato in possesso di munizioni illegalmente detenute, mentre altri due pregiudicati sono stati deferiti a Santa Maria del Cedro poiché trovati in possesso di alcuni oggetti provento di furto in abitazione consumati negli ultimi mesi proprio in quel territorio.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie