RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Martedì 21 Marzo 2017 05:13

Diamante. Continua l'atteggiamento di chiusura del direttore dell'Asp sulla Misericordia e aumentano i ritardi nei soccorsi

Tiziana Ruffo.  Aumentano nell’alto Tirreno i casi di emergenza collegati al servizio 118 che  mettendo in evidenza le carenze delle  prestazioni e la permanenza dei lunghi tempi di arrivo delle ambulanze che va ben oltre i tempi previsti dalla legge. A porre la questione è l’avv. Domenico Oliva, della Misericordia di Diamante, che sottolinea, ancora una volta,  l'importanza che la postazione di Diamante ha avuto nell’ organizzazione del 118 sul territorio. Oliva, in particolare,  punta il dito sulle “inconsistenti rassicurazioni” del dirigente  generale  dell'Asp di Cosenza, Raffaele Mauro,  riguardo alle imminenti  misure da adottare e  che  avrebbero garantito una giusta e adeguata copertura dei soccorsi. “Nonostante i disservizi prodotti dalla chiusura della postazione di Diamante,- ha dichiarato Oliva-  il direttore generale continua ad ostinarsi a non rinnovare la convenzione all'associazione diamantese barcamenandosi tra mille scuse”. Il grave problema dei ritardi nei soccorsi e dei lunghi tempi di arrivo delle ambulanze, dunque,  permane e si fa  sempre più critica una situazione che risente di personalismi e ripicche  su  una vicenda che dovrebbe interessare solo il miglioramento del servizio 118. Nei giorni scorsi il botta e risposta tra l’Asp di Cosenza e la Congregazione di Misericordia di Diamante è stato continuo ma la situazione del soccorso nell’area va peggiorando con i disservizi che aumentano quotidianamente. “ Proporremo  un esposto che riguardi anche il direttore della centrale operativa 118- incalza l’avv. Oliva-  al fine di attivare la macchina della giustizia con la speranza che si possa giungere ad una vera copertura del servizio 118 sul territorio e che la verità sulla vicenda emerga in modo definitivo”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie