RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 06 Aprile 2017 04:50

Santa Maria del Cedro. Tra consensi e pregiudizi il probabile arrivo di ventuno immigrati

Tiziana Ruffo.  Dovrebbero  arrivare ventuno  immigrati a Santa Maria del Cedro secondo il Piano della Prefettura di Cosenza. La notizia, sinora soltanto ventilata, ha già sollevato un vespaio di polemiche e una diffusa reazione da parte dei cittadini, che hanno già invaso i social, manifestando dissenso e disappunto. Puntuale  è arrivata la  presa di posizione del primo cittadino, Ugo Vetere, che ha inteso immediatamente gettare acqua sul fuoco, sottolineando che allo stato attuale non c’è nulla di definito. “Tengo a precisare- ha detto-  che ad oggi alcuna comunicazione è pervenuta in Comune. La Prefettura dovrà informare eventualmente il sindaco, come da procedura.  Nell'ipotesi in cui il Prefetto comunicherà in merito, la cittadinanza sarà immediatamente informata”. Intanto Vetere  esclude  in modo categorico che gli immigrati dovrebbero trovare allocazione in un villaggio posto nei pressi del lungomare cittadino. “Ricordo – ha precisato  Vetere -  che affinché gli immigrati possano essere  collocati  nelle strutture queste devono essere dotate di  concessioni edilizie, agibilità allaccio rete idrica, fognaria ed altro”. Insomma, a beve si riproporrà un antipatico braccio di ferro tra il Piano della Prefettura e i cittadini di Santa Maria del Cedro , che hanno già dimostrato in gran parte di non  gradire la presenza dei 21 immigrati nella cittadina. Il sindaco Ugo Vetere si ritrova dunque tra due esigenze contrapposte: da una parte bisogna rispettare  il piano di accoglienza programmato dalla Prefettura e dall’altra occorre evitare la reazione dei cittadini, preoccupati per la presenza di 21 immigrati, già considerati ospiti poco graditi. Il problema dell’immigrazione investe anche Santa Maria del Cedro, che non sembra pronta a superare paure e pregiudizi, alimentati da tanti episodi che forniscono un’immagine non sempre corretta del fenomeno dell’immigrazione, su cui invece occorre riflettere con mente serena, con spirito  di accoglienza e con la consapevolezza che si tratta di un processo di integrazione da portare avanti attraverso la conoscenza reciproca, la contaminazione delle culture, la disponibilità ad affrontare insieme le grandi sfide che l’epoca attuale richiede. Certo è che nei prossimi giorni la questione dovrà essere affrontata dall’amministrazione  comunale,  dalle associazioni culturali e  dalle parrocchie,  con i riflettori puntati sulla necessità di rimuovere pregiudizi e paure e di rapportarsi al problema immigrazione con gli strumenti  della conoscenza e con lo spirito si rispetto reciproco, che sono i tratti distintivi  di una comunità civile.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie