RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 14 Aprile 2017 04:57

Cetraro. Il salto di qualità del turismo non è compatibile con atti di inciviltà

Tiziana  Ruffo.   Sono iniziati  a Cetraro i lavori di ripascimento del litorale della zona Lampetia e già  si registrano i primi atti di inciviltà con sacchetti di spazzatura gettati alla rinfusa tra i massi.  Si ripropongono così due questioni che affliggono la cittadina tirrenica: lo sforzo di sistemare il lungomare della zona balneare e la necessità di mantenere pulito un tratto di spiaggia di particolare attrazione per i turisti. Obiettivi questi che si possono raggiungere soltanto se si riesce a creare un rapporto virtuoso tra amministrazione comunale e cittadini con la finalità comune di cambiare il volto della città e di migliorarne le potenzialità attrattive. Un impegno corale che è necessario soprattutto in questo periodo che precede la stagione estiva, allorché la zona di Lampetia registra una crescita esponenziale delle presenze con tutti i problemi che tale circostanza comporta. Il pensiero va all’estate scorsa, quando l’emergenza rifiuti  e le proteste dei villeggianti erano stati motivo di scontri politici e sociali, certamente fastidiosi per i turisti e vacanzieri. I lavori di sistemazione del lungomare, spesso richiesti con forza in tutte le occasioni, possono rappresentare un contributo notevole al miglioramento qualitativo della zona, che tuttavia va sostenuto con la corale partecipazione dei cittadini, che dovrebbero farsi carico degli eventuali contraccolpi negativi che gli atti di inciviltà comportano. Come si è spesso sottolineato in consiglio comunale, la rinascita della città passa anche attraverso il rispetto delle regole la tutela delle risorse ambientali turistiche  culturali, l’impegno comune di valorizzare le infrastrutture che servono ad imprimere un salto di qualità al riassetto urbanistico. Il “Comitato Lampetia Ora” e i Giovani democratici hanno spesso sollecitato l’amministrazione comunale ad esercitare i controlli del caso e a creare tutte le condizioni favorevoli per rendere soddisfacente il soggiorno dei visitatori in questa zona che riveste un ruolo decisivo per il turismo balneare. Si tratta ora di raccogliere i risultati di un ampio lavoro di riqualificazione dell’intera marina di Cetraro, che ormai può contare su strutture di avanguardia come il lungomare di Borgo  San Marco, il lungomare  di Lampetia, che dovrebbe essere completato a breve e tutte le attività commerciali che saranno avviate dopo l’espletamento dei bandi per i chioschi e i lidi balneari. Temi questi che investono già il dibattito politico ed istituzionale e rappresentano i punti di forza della complessiva offerta turistica che Cetraro si avvia a predisporre per assicurare ai vacanzieri forme di intrattenimento  apprezzabili e competitivi.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie