Maulicino
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/text.gif
images/manfreditalia.jpg
images/text 1.gif
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/214576.gif happy cristamas.gif
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 11 Agosto 2017 15:56

Cittadella del Capo di Bonifati e Belvedere Marittimo: Spiaggia liberata dalle attrezzature da spiaggia posizionate abusivamente.

Operazione della Guardia Costiera contro l’occupazione abusiva e gli usi illeciti della spiaggia libera. All’alba dei giorni 10 e 11 agosto personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cetraro ha provveduto a sequestrare, presso le spiagge del Lungomare di Cittadella del Capo e di Calabaia di Belvedere Marittimo, un ingente quantitativo di ombrelloni, sdraio e lettini abbandonati al fine di occupare permanentemente il posto in spiaggia da parte di privati cittadini. Sono stati posti sotto sequestro infatti:n. 190 sedie da spiaggia e n. 221 ombrelloni a Cittadella del Capo; n. 142 sedie da spiaggia e n. 180 ombrelloni a Calabaia. Le attività, organizzate con il prezioso ausilio logistico dei Comuni di Bonifati e di Belvedere Marittimo, è stata svolta a seguito delle segnalazioni pervenute, sia per le vie brevi che sui social network, da parte di numerosi bagnanti, stanchi di giungere in spiaggia e trovare permanentemente ombrelloni ed attrezzature varie a pochi metri dalla riva, atti ad impedire con prepotenza la libera fruizione della spiaggia da parte di tutti. Tali comportamenti, che oltre essere una manifestazione di malcostume,  determinano l’uso della spiaggia libera come fosse propria sottraendola al pubblico utilizzo, sono un chiaro illecito amministrativo disciplinato e vietato a livello locale dalle Ordinanze Balneari che i Sindaci emanano ogni anno per l’uso delle spiagge.Nonostante ci siano anche quest’anno vari cittadini che protestano tramite i social network e persino con telefonate agli uffici della Guardia Costiera, sostenendo addirittura di aver subito un’ingiustizia, per onore del vero, nel corso dei recenti sopralluoghi esperiti il fenomeno è risultato in diminuzione in alcune località di Belvedere Marittimo, come nella spiaggia del Lungomare ed in località Castromurro.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie