RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 23 Agosto 2017 04:34

Santa Maria del Cedro. Atti vandalici ai danni del nuovo lungomare

  Tiziana Ruffo.  Ignobili atti vandalici hanno lasciato il segno  a Santa Maria del Cedro, centro turistico particolarmente affollato nella stagione estiva. Ignoti hanno divelto il marmo- panchina di buona parte del  lungomare da poco ristrutturato. Un episodio di inciviltà che ha prodotto vasta indignazione nella comunità, che ha stigmatizzato questo scarso rispetto  delle strutture  della città, faticosamente abbellite per agevolare un soggiorno proficuo a turisti e residenti. Il sindaco, Ugo Vetere,  ha già investito del problema le autorità competenti e ha chiesto formalmente,  e ancora una volta,  il potenziamento del sistema di vigilanza del territorio al fine di prevenire questi comportamenti incivili, che turbano la sana convivenza sociale. “Il controllo del territorio  spetta alle Forze dell'ordine.  - Ha  sottolineato Vetere -   Un solo vigile urbano  in  un‘area cosi vasta non può bastare”. Da ciò  la necessità  di rafforzare i presidii di Stato e di  migliorare la sinergia tra le autorità competenti  chiamate ad esercitare una maggiore  vigilanza.  Da più parti si chiede il ricorso alle telecamere di  videosorveglianza, che tuttavia il sindaco non può attuare per mancanza di finanziamenti e per l’alto costo che tale intervento richiede. Intanto la ditta,  su sollecitazione del sindaco, ha provveduto a rimuovere i rottami e ad avviare la risistemazione di quanto è stato divelto. Una corale condanna del gesto vandalico con dichiarazioni di fuoco contro i questi irresponsabili: “non è più possibile stare a guardare questo scempio continuando a subire l'arroganza di gente senza rispetto”. “Questo non è turismo, è occupazione scellerata di un posto che ti ospita e che si ringrazia deturpandolo”.  Da settembre  l’amministrazione comunale sarà a lavoro per scoraggiare questi ignobili atti vandalici. Il turismo è ricchezza e arricchimento culturale e non può essere compromesso da tali comportamenti indegni, che mettono a dura prova l’amministrazione comunale, costretta a fare acrobazie per costruire forme di intrattenimento adeguate ad un centro turistico che nella stagione estiva vive la sua fase migliore. La zona  è caratterizzata da una elevata densità edilizia e da una presenza di circa 10 mila  ospiti nel periodo di alta stagione. Il terzo tratto del lungomare,  intitolato a Giorgio Perlasca,  è stato consegnato alla comunità nel giugno scorso con un efficiente impianto di illuminazione,  segnaletica stradale e  nuove  aiuole,   nell’ambito del più  ampio progetto di riqualificazione del decoro urbano, che rappresenta un punto di forza dell’azione amministrativa orientata a migliorare l’immagine turistica della città. Un’opera di riqualificazione ambientale ed urbanistica e che  interessa il  tratto d’arenile a nord del territorio comunale, compreso tra il fiume Abatemarco ed il confine di Scalea è costato   seicentomila euro. Uno sforzo amministrativo che purtroppo si scontra con il vandalismo di incivili, che puntualmente danneggiano opere pubbliche realizzate con entusiasmo e con buoni propositi con la finalità di rendere piacevole  il soggiorno dei vacanzieri. Nella città il pensiero  è rivolto ancora al recente  episodio di ferragosto, allorché  vacanzieri sconsiderati e irresponsabili  hanno dato vita ad una falò con la staccionata del lungofiume Abatemarco. “Purtroppo, come sottolinea Vetere, non sempre lo sforzo compiuto viene apprezzato, anche perché persiste il vezzo vandalico di qualche incivile che  deturpa opere pubbliche realizzate con tanti sacrifici da parte di chi amministra al servizio della comunità”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie