RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Sabato 09 Settembre 2017 05:11

Praia a Mare. Sul caso Marlane gli ambientalisti chiedono di incontrare la Dda di Catanzaro

Tiziana Ruffo.  Si riapre l’inchiesta sulla Marlane e  si torna  a parlare  di rifiuti tossici. “Il Comitato per la bonifica dei terreni, fiumi e mari della Calabria” da sempre vicino alle tematiche ambientali del tirreno cosentino, esprime  soddisfazione e auspica che l’inchiesta individui i responsabili  dei danni provocati  al territorio. “Un problema che seguiamo sin dall’inizio, già dal 2000 - hanno  dichiarato gli ambientalisti-  molti anni prima che la Procura di Paola aprisse l’inchiesta nel 2010. Sono stati gli operai dello Slai Cobas e del Si Cobas che hanno permesso l’apertura dell’inchiesta. Sono stati loro che hanno convinto centinaia di famiglie a costituirsi parte civile”. L’impulso all’apertura dell’inchiesta da parte del procuratore Giordano Bruno, sottolineano  gli ambientalisti,   “venne dalla straordinaria manifestazione nell’ottobre del 2009 ad Amantea contro le navi dei veleni, ma già negli archivi della procura vi erano le denunce di parecchi operai e familiari”.  Una vicenda questa che si è conclusa  con l’assoluzione in primo grado di tutti gli imputati. La riapertura dell’inchiesta, dunque,  apre nuove speranze e rinnova l’entusiasmo degli ambientalisti che intendono seguire tutte le dinamiche giudiziarie. In questa ottica si  è deciso di chiedere un incontro alla Dda di Catanzaro ed in particolare con il   Procuratore capo  Nicola Gratteri e  con la Pm Valeria Teresa Grieco.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie