RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Domenica 24 Settembre 2017 06:12

Santa Maria del Cedro. Il Gip sequestra un immobile abusivo nell'area demaniale

Tiziana Ruffo.L’occupazione abusiva del demanio di Santa Maria del Cedro comincia a  rientrare nei binari della legalità. Le battaglie del sindaco Ugo Vetere producono i primi risultati. Il Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Paola, Maria Grazia Elia, emette il primo decreto di sequestro preventivo di una struttura turistica abusiva su area demaniale. Un primo passo importante che Vetere saluta con entusiasmo. L’iniziativa della Procura di Paola conferma la bontà del lavoro effettuato dagli uffici comunali e soprattutto ribadisce l’efficacia delle costanti denunce che il primo cittadino ha fatto, nonostante il generale scetticismo. “Abbiamo sempre evidenziato che all’interno di quella struttura adibita ad attività turistico ricettiva, che costeggia il lungomare, c’era una area demaniale  di diciannovemila metri che nel piano spiaggia ha una determinata destinazione pubblica e che quindi andava  consegnata dalla Magistratura al comune”. Si tratta di aree non accessibili a terzi che devono essere restituiti alla collettività. Un primo provvedimento,dunque quello del Gip, come ha sottolineato Vetere, che indica la ripresa del percorso della legalità. Rimangono ancora altre quattro strutture, quattro aree demaniali occupate abusivamente che ancora devono essere incluse nei provvedimenti.  Intanto il Gip ha nominato custode delle opere, a titolo gratuito e senza facoltà d’uso, il sindaco della cittadina.  “Dobbiamo portare a termine il nostro obiettivo- ha detto Vetere- di realizzare un lungomare cittadino che dal confine di Grisolia  arrivi fino  al confine di Scalea. Le occupazioni abusive che ci sono attualmente impediscono tutto questo”. Il presidente Oliverio avrebbe già previsto finanziamenti per la sistemazione delle opere pubbliche di Santa Maria del Cedro.  “Una bella pagina per la città. Una boccata d’ossigeno per chi la rappresenta e che si sta battendo da tempo per il trionfo della legalità.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie