Maulicino
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/text.gif
images/manfreditalia.jpg
images/text 1.gif
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/214576.gif happy cristamas.gif
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 12 Ottobre 2017 08:38

Cetraro. Vigorosa risposta del mondo politico all’escalation malavitosa

Tiziana Ruffo. “Quando sembra che la città si sia definitivamente liberata dalla mentalità mafiosa, ecco arrivare l'ennesimo atto che ci riporta indietro. Un atto vigliacco che colpisce una famiglia di persone serie, impegnate nel sociale e nella politica”. Il consigliere regionale, Giuseppe Aieta ha così commentato il grave episodio che ha colpito la madre del vicesindaco di Cetraro, Fabio Angilica con l’incendio dell’auto. La reazione del mondo politico è stata compatta e determinata. Martedì sera nella sede municipale tutte le forze politiche e sociali, si sono incontrate per discutere sulle iniziative da intraprendere al fine di mantenere alta l’attenzione sul fenomeno malavitoso che continua a tormentare la città, nonostante gli importanti i risultati ottenuti dalla magistratura con l’operazione Frontiera. Si è deciso di convocare con urgenza il consiglio comunale allargandolo alla presenza delle agenzie sociali che “storicamente hanno partecipato a percorsi di costruzione della città morale”. Intanto si è appreso che nei prossimi giorni sarà dedicato al tema un apposito Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal Prefetto. Le forze politiche hanno discusso approfonditamente delle dinamiche criminali manifestando grande apprezzamento per il lavoro svolto dalla magistratura e dalle forze dell’ordine per i colpi inferti alla criminalità organizzata, “pur non trascurando di abbassare la guardia perché grumi di gruppi delinquenziali potrebbero ricostituirsi e rappresentare una minaccia per il futuro”. L’orientamento complessivo delle forze politiche è stato quello di lanciare un grande progetto che tenga conto dell’esigenza di richiamare alla responsabilità tutti i soggetti sociali cittadini senza per questo essere autoreferenziali e autosufficienti. Nel nuovo progetto deciso nella riunione “rientrerà il totale coinvolgimento delle agenzie sociali e politiche che dovranno partecipare alla nuova fase di costruzione della città immateriale”. Il Presidente del consiglio comunale, Franco Pascarelli, ha ricevuto mandato di convocare la Conferenza dei capi gruppo al fine di stabilire la data del consiglio comunale che avrà l’obiettivo di coinvolgere più strati della cittadinanza. Il clima  a Cetraro, dunque, è ritornato incandescente, il timore che si stia ridefinendo una nuova escalation malavitosa diventa concreto, si ripropone la necessità di rafforzare la sinergia tra le istituzioni, la scuola, la chiesa e le associazioni per rimettere nei binari della legalità la città, continuamente stravolta dai rigurgiti malavitosi con l’incendio di auto, episodi intimidatori, atti delinquenziali che continuano a turbare la comunità e mettono in allarme il modo politico e sociale.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie