Maulicino
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/text.gif
images/manfreditalia.jpg
images/text 1.gif
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/214576.gif happy cristamas.gif
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 06 Dicembre 2017 19:25

BCC di Verbicaro, archiviata l’inchiesta a carico di amministratori e sindaci L’indagine era partita in seguito ad un esposto presentato dall’Avv. Ugo Vetere.

"Nessun conflitto di interesse, né alcun falso può essere imputato ad amministratori e sindaci della Banca di Credito Cooperativo di Verbicaro". Lo ha dichiarato il Sostituto Procuratore della Repubblica, Dott.ssa Maria Francesca Cerchiara, formulando la richiesta di archiviazione trasmessa al Giudice per le Indagini Preliminari, Dott.ssa Maria Grazia Elia, che, condividendo le conclusioni del P.M., ha disposto l’archiviazione del procedimento. Le indagini erano state avviate nel 2014 in seguito ad un esposto presentato dall’Avv. Ugo Vetere, per conto dell’allora consigliere di amministrazione Battista Pignataro. L’esposto iniziale è stato seguito - per come riportato nella richiesta di archiviazione - “da innumerevoli ulteriori denunce aventi contenuto analogo, indirizzate anche alla Banca d'Italia, Servizio Vigilanza, alla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo, ai membri del CDA e del Collegio Sindacale della predetta banca”, presentate dall’ex consigliere provinciale Arturo Riccetti e dallo stesso Ugo Vetere, nella sua qualità di sindaco di Santa Maria del Cedro. “A seguito della presentazione dell'esposto da parte dell'avv. Vetere” – si legge ancora nella richiesta di archiviazione – “veniva attivata una lunga e complessa indagine affidata alla Guardia di Finanza, Nucleo Speciale Polizia Valutaria, di Reggio Calabria, che in data 27.9.2017 depositava l'informativa conclusiva.”  “La complessa analisi effettuata dalla Gdf” – prosegue il P.M. “non ha però consentito di palesare criticità penalmente rilevanti né sotto il profilo del reato di cui agli artt. 2629 bis cc e 2391 cc (Omessa comunicazione conflitto di interessi) né sotto il profilo della violazione degli artt. 136 TUB (Obbligazioni degli esponenti bancari) né, infine, in merito al 137 TUB (mendacio e falso interno)”. Sulla base di tali incontrovertibili conclusioni è stato emesso l’inevitabile decreto di archiviazione. Si tratta di un importante provvedimento per la BCC di Verbicaro, non tanto per l’esito in sé, che, considerata l’abnormità e la pretestuosità delle accuse, risultava ampiamente previsto, quanto piuttosto perché il decreto di archiviazione rappresenta la migliore risposta al clamore mediatico creato intorno all’indagine. Il Presidente della Banca, Francesco Silvestri, il cui consenso in seno all’assemblea dei Soci non è mai stato scalfito dalla violenza mediatica subita, ha così commentato la decisione: “Sono soddisfatto ma non sorpreso. Ho sempre avuto fiducia nelle istituzioni. Il mio pensiero in questo momento va soprattutto ai Soci che mi chiedevano di replicare alle accuse ricevute ed ai quali ho sempre chiesto di attendere serenamente il corso delle indagini e spiegato che una banca deve rimanere lontana dalle bagarre artatamente messe in atto sui social network e su testate telematiche di comprovata faziosità.” “L’auspicio adesso – conclude la nota - è che anche grazie al provvedimento del GIP di Paola si arresti finalmente la macchina del fango che a più riprese ha investito ingiustamente la BCC e i suoi amministratori”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie