RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 11 Gennaio 2018 08:56

Diamante. Randagismo, un'emergenza sottovalutata

Tiziana Ruffo. Una scia di sangue lunga dieci metri sulla carreggiata sulla SS 18, sangue anche sul guardrail. Questo è il macabro quadro che si è trovato davanti ai suoi occhi Angelo Vanni, presidente della locale associazione “Qua la zampa”, costretto a denunciare l’ennesimo caso di grande inciviltà e cattiveria gratuita. “Due giorni fa – ha dichiarato Vanni- avevo scritto una lettera aperta ed accorata al sindaco Sollazzo perché si desse la dovuta attenzione al problema del randagismo”. Nel frattempo era stato segnalato da una donna, allo stesso Vanni, una cagna vagante da un giorno con cinque cuccioli al seguito.  La donna aveva tentato invano di recuperarla perché impaurita e diffidente non si lasciava avvicinare. I tre cuccioli sono stati fortunatamente messi in salvo. Ieri la sua paura ha avuto la parola fine su quella strada a scorrimento veloce. “Un’immagine forte che mi ha gelato il sangue”. Ha commentato Vanni. La fine brutale di questo ennesimo povero cane mostra la realtà dei fatti: il problema del randagismo viene da più parti sottovalutato. “La legge su chip e sterilizzazioni deve essere rispettata. – Ha ribadito Vanni- Le leggi sull'abbandono vanno inasprite. Un cane certamente può circolare libero se di quartiere e sterilizzato, ma un randagio è un cane che vaga disperato”. E se per schivare il cane (grossa taglia tra l'altro) ci fosse scappato un morto?

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie