RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Martedì 22 Luglio 2014 15:11

Tirreno cosentino: Goletta verde monitora alcune aree: Diamante, Bonifati, Guardia Piemontese, Paola. Rilevate criticità nella depurazione

“La depurazione in Calabria è un’emergenza”. La denuncia arriva da Goletta Verde. “In 19 casi, rispetto ai 24 punti monitorati lungo la costa calabrese, le analisi hanno evidenziato una carica batterica almeno due volte più alta di quella consentita dalla legge, con un giudizio di fortemente inquinato”. Cinque i punti monitorati in provincia di  Cosenza: a Diamante, Bonifati, Guardia Piemontese, Paola e Villapiana. Gli ambientalisti, chiedono alla Regione Calabria e a tutti gli enti locali di fare “chiarezza innanzitutto rispetto agli oltre 700 milioni di euro stanziati dal 2000 per colmare le gravi lacune del sistema depurativo calabrese che solo non hanno prodotto soluzioni reali al problema, ma che rischiano di tornare a Bruxelles. È una battaglia che si vince solo se anche le amministrazioni comunali, sia dei comuni costieri che dell’entroterra, mettano al centro dell’agenda politica l’emergenza depurativa”. Calabria, Campania e Sicilia sono le regioni italiane con il maggior numero di “anomalie” riscontrate dall’Ue. Per Serena Carpentieri, portavoce di Goletta Verde, è evidente il ruolo di cartina di tornasole dei corsi d’acqua che “evidenziano – dichiara - problemi che sono non solo sulla costa ma anche a monte, a causa di depuratori non funzionanti e scarichi illegali, che in ogni caso “consegnano” il loro apporto inquinante ai nostri mari. Risolvere i problemi della depurazione in questa regione deve essere la priorità nell’agenda politica. 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie