RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 25 Luglio 2014 11:22

Paola: Attività ispettiva degli organi di Polizia giudiziaria. Sotto la lente di ingrandimento il Torrente Fiumarella

Prosegue l'attività ispettiva, in campo ambientale, da parte dei diversi organi di polizia giudiziaria presenti sul territorio di Paola. Sotto la lente d'ingrandimento dell'ufficio locale marittimo e della polizia municipale, che hanno operato congiuntamente, è passato il torrente Fiumarella, sotto osservazione già da diverso tempo. L'attività ispettiva degli ultimi giorni ha permesso di individuare alcuni scarichi fognari all'interno del torrente, oltre a quelli già scoperti nei mesi scorsi, con la conseguenza che le sostanze inquinanti vanno ad immettersi in mare. Dall'apertura e ispezione di numerosi pozzetti fognari, il personale operante si è subito accorto che molti di essi sono intasati di fanghi. Ciò fa presumere il fatto che presumibilmente il deflusso dei reflui non avviene in modo corretto. All'interno di un pozzetto di raccolta fogne è stato, poi, scoperto un by-pass che consente di sopperire all'inefficienza della relativa pompa di sollevamento e che, quindi, fa defluire i reflui in eccesso in un’altra canalizzazione. Gli accertamenti sono stati poi estesi dalla costa al centro cittadino, dove è stata riscontrata la rottura di un tratto fognario e, di conseguenza, l'immissione per caduta dei reflui all'interno dello stesso torrente. In quest'ultimo caso il guasto è stato riparato, grazie ad un intervento di riparazione straordinaria. La fonte inquinante è stata quindi rimossa. Alta rimane, comunque, l'attenzione della Guardia Costiera e della Polizia Municipale alle problematiche ambientali del territorio. In riferimento a questi ultimi fatti non mancheranno, nei prossimi giorni, più specifici accertamenti e indagini, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie