RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 09 Gennaio 2019 11:10

SCALEA.PROGETTO GERMANO:IL PRESIDENTE DELLA COOPERATIVA FABIO CIFUNI SCRIVE ALLE AUTORITA'.

Egregio Sindaco di Scalea, Segretario Comunale, Giunta, Presidente del Consiglio Comunale, Consiglio Comunale, Forze dell’Ordine, Cittadini…

                Prendiamo spunto dalla Lettera Aperta del Dott. GALATI per provare a capire alcune cose, che oltre a riguardarci per via delle NUMEROSE richieste fattovi, ci interessa anche da un punto di vista di CITTADINI.

                E’ indubbiamente nobile l’intento di “rimettere” alla Comunità l’utilizzo dei beni sequestrati al “malaffare” (se usiamo la parolina MAFIA, qualcuno si inquieta), ma ci piacerebbe sapere, così come disposto dalle normative vigenti, che uso se ne stia facendo allo stato attuale. Tra l’altro la stessa normativa IMPONE agli Enti l’obbligo di creare una sezione dedicata sull’Albo Pretorio Comunale. Ci sembra che ad oggi ancora nessun passo del genere sia stato fatto. Certo, l’Ufficio Tecnico oggi ha qualche difficoltà, ma la situazione attuale, di certo ereditata, è quella di non far trapelare quali, quanti, dove sono ubicati e soprattutto che utilizzo se ne stia facendo. Tra l’altro, il Dott. GALATI, ringrazia per il rinnovo, la fiducia e ci “informa” dell’ottimo” lavoro fin qui svolto… senza però rendere pubblici i dati e tutto quanto utile, si capisce SOLO che i Beni sono NUMEROSI.

                Approfittiamo per chiedere, sulla scorta di quanto sempre affermato dal Sindaco, in campagna elettorale e dopo, cioè l’enorme disponibilità al dialogo con TUTTI, come mai difficilmente otteniamo risposte dai “quesiti”, richieste, proposte e quant’altro protocolliamo in un’ottica di crescita comunitaria. Certo non vogliamo prendere per “oro colato” quanto dettoci dallo stesso Dott. GALATI, e cioè che difficilmente avremo risposte perché a “qualcuno” della maggioranza siamo “soggetti” non graditi, questo vorrebbe in qualche modo confermare un vecchio” stile” del Sud che se non hai “santi” in comune, non ottieni nemmeno le cose lecite. Ma crediamo che a SCALEA questo “modus operandi” sia stato sorpassato da un bel poco di tempo. Però ogni tanto il dubbio ci assale, del resto l’unico nostro progetto, nonostante la “bontà” di tanti presentati, “messo a dimora” nella nostra Città, è #seminaresperanzaraccoglierefuturo , con l’orto sociale, ma è stato autorizzato quando ancora ci stavano i Commissari Prefettizi, quasi a dimostrare che la buona progettazione dove c’è LEGALITA’ fiorisce..  Questa “metodologia” di costringere il popolo di andare a mendicare anche il “sacrosanto” diritto qualcuno la definisce “mafia”, altri semplicemente “affari”, altri ancora “modus operandi” (si è sempre fatto così…), lasciamo a voi scegliere la definizione, noi ci limitiamo solo a denunciarlo sempre agli organi competenti.

                A giorni finiremo la nostra campagna Nazionale di raccolta fondi, con l’ausilio di Banca Etica, e aldilà del risultato, proveremo a mettere su un nuovo progetto che possa creare posti di lavoro nella nostra Città. Di questo più volte abbiamo provato a creare una collaborazione con l’Ente, per il tramite del Sindaco e del delegato Dott. Galati, ma ad oggi 8 Gennaio, risposte in merito nessuna. Noi crediamo in questa Città, crediamo che si possa creare un Futuro che sia fruibile e dignitoso per tutti, ma bisognerebbe compattarsi, mettere da parte quegli “orticelli” che negli anni sono stati curati solo per un bacino di voti, ora bisognerebbe iniziare a dare risposte serie, non più solo parole, ma qualche fatto concreto.

                Uno dei fattori portanti della nostra “struttura” è l’esperienza, sia negativa che positiva, avendone un buon bagaglio a disposizione riusciamo a leggere il Territorio provando a fornire delle risposte, ma c’è bisogno anche di chi le ascolti e le valuti, aldilà delle simpatie. Siamo convinti che se una persona commette degli errori, bisogna dargli la possibilità di riparare, non solo “facendogliela pagare”, ma provando a mettere in campo quei strumenti utili affinché si recuperi la DIGNITA’ ..SEMPRE !! Questo è stato anche detto nel messaggio di fine anno del Presidente Mattarella: iniziamo a fare COMUNITA’ provando a dare a tutti la possibilità di “pagare” per gli impegni presi, nonostante la crisi, nonostante le diversità, nonostante gli “orticelli”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie