RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 28 Febbraio 2019 19:16

LIBERAL DEMOCRATICI:RIVEDERE I PIANI DI RIORGANIZZAZIONE DELLA SANITA' NEL TIRRENO COSENTINO.

Ancora una volta si vuol fare della Sanità una questione di scelte vantaggiose per alcuni e svantaggiose per altri. Quel che sta succedendo tra i due Nosocomi di Cetraro e Paola ha dell’incredibile! Il Dott. Candela, dell’Ospedale di Paola, si arroga unilateralmente il compito di disporre che le urgenze-emergenze vengano espletate presso il nosocomio Paolano in spregio delle disposizioni del Direttore Generale datata 18 luglio 2017!

I liberal democratici di Cetraro fanno appello al Commissario Cotticelli, al Direttore Sanitario, al Ministro della Salute, ad intervenire urgentemente sul punto, in considerazione del fatto che gli Ospedali devono essere a servizio dei cittadini che purtroppo godono di poca salute. Li invitiamo quindi a rivedere i piani di riorganizzazione della sanità del Tirreno Cosentino con preghiera di tener conto delle distanze che ci sono per poter raggiungere i nosocomi in caso di urgenza, non dimenticando la regola generale che per salvare una vita nel caso di talune patologie è necessario intervenire entro un’ora, ed a volte il solo arrivo dell’ambulanza va molto al di là di questo tempo.Duole davvero molto constatare che la sanità è diventata un miraggio da queste parte e duole ancor di più vedere la lotta tra i vari Nosocomi per accaparrarsi i reparti! Tutti hanno diritto ad una sanità di eccellenza nei propri luoghi senza avvalersi dei cosiddetti “viaggi della speranza” in quel del Nord. Quelli sì che aumentano a dismisura la spesa della sanità!

I liberal Democratici di Cetraro sostengono a pieno le istanze dei cittadini e auspicano che cessino in modo definivo le arroganze di taluni personaggi che giocano con la salute dei malati.

Tutto ciò distoglie l’attenzione di problemi reali della sanità calabrese. Chiudere le sale operatorie perché mancano gli anestesisti è assolutamente inaccettabile! Il sacrosanto diritto alla salute riconosciuto dalla Carta Costituzionale viene palesemente negato. Ma la situazione è GRAVE in tutta la Calabria.

Francesca Occhiuzzi

 Coordinatore Provinciale Cosenza Liberal Democratici.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie