RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 27 Marzo 2019 01:55

DIAMANTE. ORNELLA PERRONE (PD):PAROLE E AFFERMAZIONI VERGOGNOSE NEI CONFRONTI DELL'ARBITRO ANNALISA MOCCIA.

 “Parole vergognose che  suscitano indignazione e offendono profondamente la dignità delle donne”, lo dice Ornella Perrone, segretario del Circolo Pd di Diamante, riferendosi alle affermazioni pronunciate dal giornalista Sergio Vessicchio, telecronista per una TV locale della partita Agropoli-Sant'Angelo,  e rivolte all`arbitro  Annalisa Moccia,  pesantemente apostrofata solo perché donna.     “Affermazioni    gravi, discriminatorie  e   sconcertanti  – dice ancora la segretaria cittadina del Pd -  per le quali  voglio innanzitutto  esprimere la mia solidarietà e la mia vicinanza ad Annalisa Moccia, cosi come sottolineare con soddisfazione la notizia che l`Ordine dei Giornalisti della Campania ha provveduto a sospendere  e  che, nel contempo,  l`Associazione Italiana Arbitri, per voce del suo presidente Nicchi,  ha  annunciato di avere avviato delle azioni volte a tutelare la sua associata. Lo sport al femminile scrive ogni giorno nel nostro Paese pagine belle, positive e di successo, ma al di là del fatto sportivo – dice  ancora Ornella Perrone - questo  spregevole  episodio dimostra che in Italia  la questione dei diritti e del rispetto del ruolo delle donne,  nelle professioni e nella quotidianità,    deve ancora compiere passi decisivi  e che,  anzi,  si sta verificando un pericoloso ritorno all`antico verso stereotipi e pregiudizi mai completamente debellati e contro i quali è necessario un impegno forte e  costante, soprattutto dal punto di vista culturale.   Per il momento anche da Diamante non possiamo che  dire: forza Annalisa continua ad arbitrare con professionalità e  passione !”.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie