RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Giovedì 04 Aprile 2019 19:14

CGIL : MAIERA' E QUEGLI INTERESSI ILLECITI CHE PERVADONO IL TERRITORIO.

Quando lo scorso anno salutammo positivamente le dichiarazioni del Procuratore capo di Paola, Pierpaolo Bruni, in merito alla volontà della Procura di contrastare ogni illecito amministrativo ed ogni forma di malaffare e collusione consumato contro la pubblica amministrazione, eravamo nella consapevolezza che il Tirreno, come ogni pezzo della nostra regione, serve raccontarlo non solo nella sua bellezza e nelle sue potenzialità ma, innanzitutto, in quell’azione che serve per liberare i territori dalla palude di interessi, pubblici e privati, che lo deprivano di risorse preziose alla crescita economica, sociale e civile.

 

Non ci sbagliamo nel persistere a guardare alla nostra terra nel suo inestimabile patrimonio di risorse umane, ambientali e pubbliche ed al potenziale di imprenditoria privata deturpato e saccheggiato dall’azione predatrice che muovono sottotraccia, ma anche sfacciatamente, coacervi di interessi illeciti.

 

L’ennesimo coinvolgimento di un sindaco del Tirreno cosentino in vicende che attengono pratiche di illecito arricchimento, di bancarotta fraudolenta, autoriciclaggio e danno erariale, così come in queste ore riguarda il Sindaco di Maierà ed un proprio familiare, non paiono ascrivibili ad episodi isolati e circoscritti a singole condotte imprenditoriali.

 

Sembrano piuttosto, riconducibili al “sistema” pervasivo che muove in Calabria e non avulso a logiche contigue a interessi deviati pubblici, privati e politici, ed in molti casi, ad interessi ‘ndranghetistici, come provano gli sviluppi di note inchieste che hanno interessato il Tirreno cosentino, e che non paiono del tutto estirpati.

 

Siamo sempre più consapevoli che non c’è riscatto dei nostri territori, dove pure è diffusa una sana e resistente azione imprenditoriale e amministrativa spesso scavalcata da interessi illeciti, se non si afferma una diffusa e convinta consapevolezza che oggi la sfida del futuro dei territori si gioca sul terreno della legalità e della competitività delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, sul piano della loro solidità, affidabilità e trasparenza e sul rispetto delle leggi e dei diritti.

 

Per questo plaudiamo e sosteniamo ogni azione della Magistratura, delle forze dell’ordine e della Guardia di Finanza finalizzata al controllo del territorio e ad affermare il rispetto della legalità e ad aggredire ogni forma di corruzione e potere mafioso.

 

 

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie