RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Domenica 07 Aprile 2019 12:54

GRISOLIA .ACCOLTELLA IL SUO RIVALE IN AMORE, DENUNCIATO DAI CARABINIERI DI SCALEA.

Nella notte di oggi 07 aprile 2019, a Grisolia, i militari della Stazione Carabinieri di Santa Maria del Cedro, al termine di una tempestiva attività investigativa, hanno denunciato un C.D. classe 84 del posto per aver procurato lesioni personali gravi ad un suo concittadino C.M. di 27 anni.

I fatti, secondo quanto dettagliatamente ricostruito dai Carabinieri, risalgono alle 01:00 circa quando i due giovani, all’interno di un locale a Grisolia, iniziano una discussione animata a causa di una ragazza contesa da entrambi, il tutto sotto gli occhi degli astanti presenti nel locale. Quando gli animi si sono accesi i due ragazzi sono stati allontanati, quindi C.M. una volta uscito dal locale, preso un sasso da terra, frantuma il lunotto posteriore dell’autovettura del suo contendente. C.D., vista la scena, raggiunge il suo rivale e ne è nata una prima colluttazione in cui C.D. è stato colpito con una testata dandosi a precipitosa fuga, venendo raggiunto poco dopo sempre da C.M. e da altri suoi amici per risolvere definitivamente il regolamento di conti. A quel punto, C.D. si è scagliato per la seconda volta su C.M. che, nella circostanza, ha estratto dalla tasca un coltello brandendolo in direzione del suo avversario il quale, con un’abile manovra, glielo toglieva dalle mani impossessandosene. Si è lanciato quindi su C.M. scaricando la sua rabbia colpendolo ripetutamente al fianco destro ed agli arti inferiori. Terminata la sua vendetta, C.D. si è dato alla fuga facendo perdere le sue tracce e venendo rintracciato, per le vie cittadine, dai Carabinieri di Santa Maria del Cedro e del N.O.R.M. – Sezione Radiomobile di Scalea dopo circa quattro ore. Invece, C.M. è stato trasportato presso il Pronto Soccorso della Clinica “Tricarico” di Belvedere Marittimo dove veniva medicato e giudicato guaribile in trenta giorni. Il pronto intervento dei Carabinieri ha permesso di evitare più drammatiche conseguenze. Accompagnato in Caserma C.D. è stato deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Paola.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie