RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 10 Aprile 2019 21:56

SORPRESO A SPACCIARE ALL’INTERNO DEL PARCO ROBINSON: “PUSHER” ARRESTATO DAI CARABINIERI DI RENDE.

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, è questa l’accusa per la quale è stato tratto in arresto un 53enne incensurato di Castrolibero (CS).

Nel pomeriggio di ieri, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, nel corso di un servizio di controllo del territorio, transitando nei pressi del Parco Robinson di Rende (CS) notavano l’uomo intento a chiacchierare con un ragazzo nascosti dietro un albero.

Gli operanti decidevano pertanto di approfondire il controllo e notavano che l’uomo, alla vista dei militari, gettava repentinamente a terra un involucro in cellophane contenente 12 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”. La successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione del 53enne, consentiva di rinvenire ulteriori 48 grammi di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, 5 grammi di “marijuana” e materiale per il confezionamento, tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Nella medesima giornata, nell’ambito dei servizi di contrasto del fenomeno dello “spaccio di sostanze stupefacenti” disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza su indicazione della Prefettura del capoluogo Bruzio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rende, hanno segnalato alla Prefettura di Cosenza, quali “assuntori di sostanza stupefacente”, un 21enne e un 28 enne di Cosenza nonché una 30enne di Cetraro (CS) poiché, controllati a Rende (CS) e sottoposti a perquisizione personale, sono stati complessivamente trovati in possesso di 20 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, 7 grammi di “hashish” e 1 grammo di “cocaina”, tutto sottoposto a sequestro.

I risultati conseguiti dimostrano, ancora una volta, l’attenzione e l’impegno dell’Arma dei Carabinieri nel contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree di aggregazione giovanile c.d. “piazze di spaccio”.

La diffusione delle droghe leggere e pesanti, anche e soprattutto in contesti frequentati con particolare assiduità da minori costituisce, come dimostrato nell’operazione “Alarico”, recentemente conclusa dai militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza, un obiettivo prioritario nell’azione preventiva e repressiva condotta quotidianamente dall’Arma dei Carabinieri.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie