RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Mercoledì 27 Novembre 2019 21:04

DIAMANTE.ISOLAMENTO DEL DETENUTO DI DIAMANTE: L’AVV. FRANCESCO LISERRE REPLICA AGLI ATTACCHI

Purtroppo, mi rendo conto di quanto sia, ancora, drammaticamente attuale il monito di Oscar Wilde di non discutere con gli idioti per non correre il rischio di esserne battuti dalla loro esperienza. Tuttavia, accetterò questo rischio in quanto non posso esimermi dallo stigmatizzare, con disgusto e veemenza, le deliranti affermazioni di un soggetto che non menzionerò per non dargli una visibilità che non merita. Questo paladino dei diritti dei detenuti, militante radicale e proclamatosi in maniera autoreferenziale esperto di diritto penitenziario, pur essendo un neolaureato in Giurisprudenza, si arroga il diritto di tacciare come prive di fondamento e, pertanto, false, le mie dichiarazioni sulle gravissime violazioni subite dal detenuto di Diamante, già oggetto di puntuale denuncia mediatica dei giorni scorsi. Orbene, indipendentemente dall’indebita ingerenza di questo sconosciuto che non può avere alcuna legittimazione ad interloquire su tale vicenda per la sua conclamata ignoranza dei fatti e, soprattutto, per non averne alcun titolo da ogni punto di vista, sorprende l’inusitata supponenza di costui, sintomatica di banali affermazioni, tra l’altro, assertive e contraddittorie, tipiche delle sterili polemiche di personaggi in cerca di autore. Infatti, questo militante radicale, probabilmente imborghesitosi nel tempo, giudica la mia denuncia falsa e priva di fondamento perché nel carcere di Paola non esistono detenuti in isolamento e perché il mio assistito, sin dal primo giorno di carcerazione, ha chiesto espressamente (temendo per la sua incolumità) di essere allocato in una camera singola e di potervi restare fino al 10 dicembre prossimo, data in cui si deciderà sulla sua libertà presso il Tribunale del Riesame di Catanzaro. Ciò premesso, le aberranti dichiarazioni del giovane radicale borghese, risultano, ancor più, ridicole e farneticanti perché, se il neolaureato avesse saputo leggere e comprendere, sintatticamente e grammaticalmente la lingua italiana, avrebbe dovuto avvedersi che io non ho mai parlato di un isolamento imposto e imputabile a chicchessia (tra l’altro non sarebbe stato prevedibile per il titolo di reato in contestazione), bensì ho parlato di un isolamento di FATTO che dura da 40 giorni proprio per scongiurare i più che prevedibili attentati a quell’incolumita’ del detenuto, seriamente compromessa e riconosciuta dallo stesso neolaureato allorquando parla di reati di riprovazione sociale. Che poi, la scelta dell’isolamento sia volontariamente e liberamente scaturita dal detenuto che, addirittura aveva fatto espressa richiesta di una camera singola (come se si fosse trovato in un Grand Hotel nell’opzione di dover scegliere tra una camera tripla e una singola) risulta oltremodo paradossale e inquitante, soprattutto allorquando tali propalazioni, risibili e deliranti, provengano da un soggetto che, per estrazione politica, dovrebbe essere più solidale e corretto nei confronti di un avvocato che cerca, semplicemente ed accettandone tutte le conseguenze, di essere una voce fuori dal gregge denunciando, pubblicamente, il segreto di Pulcinella in uno Stato sempre più debole con i forti e forte con i deboli. Infine, per quanto riguarda la libera e volontaria scelta del mio assistito di vivere, così come in effetti ha vissuto finora, 40 giorni di TOTALE isolamento, io proporrei, al sagace radicale di scegliere tra due opzioni: vivere liberamente in un prato fiorito e fiabesco, in mezzo, però a 100 leoni pronti a sbranarlo, oppure scegliere una gabbia buia e angusta. Non penso che la vis polemica dell’acuto interlocutore, escluderebbe la seconda soluzione. Allora, il monito che vorrei rivolgere a tanti giovani laureati che si affacciano alla vita, è di avere maggior umiltà e di tacere sulle cose di cui non conviene parlare.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie