RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

CRONACA

Venerdì 03 Aprile 2020 17:17

IL COMITATO CITTADINO CONTRO L'INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO E IL COMITATO DIFESA AMBIENTE DI DIAMANTE E CIRELLA, CHIEDONO A TUTTI I CONSIGLIERI COMUNALI DI BLOCCARE IL 5G A DIAMANTE E CIRELLA



Premesso, che il Governo Italiano nel 2018 ha emesso un bando per l'assegnazione delle frequenze sul  territorio nazionale e che il Ministero per lo Sviluppo Economico ha approvato con DM del 26  marzo 2019 un programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G (piano di investimenti per la  diffusione della banda ultra larga); Considerato che la delibera CIPE del 22 dicembre 2017 ha individuato 3 linee di intervento per sostenere lo  sviluppo di beni e servizi di nuova generazione e al punto 3 prevede lo “sviluppo e l’ampliamento  della rete WIFI nei luoghi dell’arte, della cultura e del turismo per complessivi 5 milioni di euro); Tenuto conto che la diffusione capillare di queste nuove tecnologie potrebbe comportare un grave pericolo per la  salute delle persone. La stessa delibera individua gli “ambienti 5G” come in corso di  sperimentazione avviando tale sperimentazione nelle città di Roma, Milano, Torino, Bari, Cagliari, Catania, Prato, L’Aquila, Matera. Che anche il Parlamento Europeo si sta preoccupando di tale diffusione approfondendo i rapporti interconnessi fra pandemia di Coronavirus e abbassamento delle difese immunitarie come sottolineano diversi europarlamentari di vari schieramenti : “Esistono prove scientifiche chiare che la diffusione di virus è accelerata dalle radiazioni elettromagnetiche. In particolare, il 5G è un accelerante della pandemia di Coronavirus. “  La pandemia di Coronavirus è iniziata dalla città cinese di Wuhan, uno dei primi posti al mondo dotato di tutte e tre le bande di frequenza del 5G, col Wi-Gig anche a 60 Ghz. Pertanto, i cinesi sono stati esposti per primi al mondo a radiazioni molto forti. Questa chiaramente non è l’origine del virus. La ricerca sull’effetto delle onde radio sul sistema immunitario è stata condotta già molto tempo prima della crisi del Coronavirus All’inizio, i risultati erano contraddittori. Ma poi si è realizzato che l’esposizione a lungo termine danneggia il sistema immunitario. In particolare, è noto come questa radiazione acceleri la replicazione virale: apre i canali del calcio nelle cellule. Ciò è stato dimostrato per un altro virus Corona, un parente vicino a quello che causa l’attuale pandemia. Chiediamo in base al principio di precauzione, di non autorizzare l’installazione di antenne e ripetitori 5G sul territorio comunale, fino a quando  studi scientifici indipendenti non ne dimostrino la innocuità per la salute umana e l'ambiente. Il blocco di qualsiasi iniziativa fintanto che dura la crisi, moratoria sugli impianti esistenti per discutere eventuale delocalizzazione       FIRMATO   COMITATO CITTADINO CONTRO L’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO   COMITATO DIFESA AMBIENTE DI DIAMANTE E CIRELLA    

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie