RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 25 Settembre 2014 20:42

Diamante: Proposta di istituzione di una commissione sulla mensa scolastica

Proposta di istituzione di una commissione sulla mensa scolastica. In una mozione, inviata al sindaco di Diamante, Gaetano Sollazzo, e al presidente della Commissione consiliare permanente per lo statuto e i regolamenti, Giuseppe Pascale, il capogruppo di ‘’Diamante & Cirella per una Diamante migliore, Antonio Cauteruccio, sottopone all’attenzione degli amministratori la mozione di proposta per l’istituzione di una commissione ad hoc, allegando una bozza di regolamento da sottoporre al vaglio consultivo della competente commissione consiliare permanente per lo statuto e i regolamenti. “La proposta, - afferma Cauteruccio - chiede il rispetto delle vigenti “linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica. Il regolamento, poi, - continua Cauteruccio - poggia su due essenziali pilastri di indirizzo politico che caratterizzano il nostro gruppo in merito all’argomento: la completa autonomia della Commissione dagli organismi politici che ne indirizzano la costituzione e le garanzie sanitarie”.

 

REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

ART. 1 –ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE

1.Il comune di Diamante istituisce la COMMISSIONE MENSA nello spirito di collaborazione con i cittadini e al fine di assicurare la massima trasparenza nella gestione di un servizio di fondamentale importanza per la comunità amministrata.

ART.2 –COSTITUZIONE DELLA COMMISSIONE

 La Commissione mensa viene costituita con determinazione(conseguente ai necessari atti di indirizzo politico) del Responsabile dell’Ufficio Comunale competente in merito alla Pubblica Istruzione, ha valenza annuale, con riferimento all’anno scolastico, può essere riconfermata e rimane in carica fino alla costituzione della nuova Commissione. Eventuali membri dimissionari vengono surrogati con determinazione del Responsabile dell’Ufficio Pubblica Istruzione anche nel corso dell'anno scolastico, seguendo i criteri della nomina.

L’elenco dei membri della Commissione Mensa è pubblicato sull’Albo pretorio on-

line comunale ed è conservato agli atti del Comune.

ART.3 – COMPITI DELLA COMMISSIONE

 1.I compiti della Commissione Mensa, nell’ambito della refezione scolastica e nell’interesse dell’utenza, sono:

a) formula proposte in merito a:

-           modifiche del menù in base a motivate esigenze di interesse generale. Le variazioni dovranno poi essere approvate dai responsabili competenti degli organismi sanitari territoriali di riferimento;

-           progetti migliorativi in relazione a locali e strutture in cui si attua la refezione scolastica, al fine di creare ambienti adatti alla consumazione del pranzo, visto come momento di piacevole scambio nei rapporti tra bambini, in un contesto di altrettanto piacevole rapporto con il cibo;

-           tempi e modalità della distribuzione;

-           iniziative culturali di educazione alimentare in collaborazione con la scuola e l’Amministrazione comunale, dirette ad alunni, insegnanti, genitori e personale delle mense;

b) verifica che la qualità e la quantità dei pasti corrisponda a quanto previsto dal menù;

c) verifica la qualità delle forniture alimentari, e le modalità di preparazione di cibi,

secondo quanto previsto nelle tabelle alimentari e nelle articolazioni del menù;

d) verifica la coerenza tra menù approvato e menù effettivamente preparato, fatti salvi i cambiamenti dovuti a causa di forza maggiore;

2.La Commissione Mensa opererà, secondo i compiti e gli scopi sopra indicati, nelle mense delle seguenti strutture: Scuola dell’Infanzia, del plesso di Diamante e Cirella.

 ART.4  - COMPONENTI DELLA COMMISSIONE.

La Commissione è composta da 5 membri così distinti:

•          1 dipendente del comune;

•          3( 2 del plesso di Diamante e 1 del plesso di Cirella) rappresentanti dei genitori di bambini frequentanti la scuola dell’infanzia;

•          1 rappresentante del Consiglio d’Istituto;

•          1 rappresentante del corpo docente  della Scuola dell’infanzia;

•          1 rappresentante della ditta appaltatrice.

•          1 rappresentante dell’ASL (servizio SIAN)

ART. 5 – NOMINE

 1.I rappresentanti dei genitori di bambini frequentanti la scuola dell’infanzia e la scuola primaria  vengono nominati ad inizio anno scolastico in concomitanza con l’elezione dei rappresentanti di sezione.

 3.I rappresentanti di classe possono essere anche rappresentanti della Commissione mensa su espressa volontà dei genitori durante le succitate votazioni.

 4.I rappresentanti del corpo docente vengono indicati dalla competente Direzione Scolastica e nominati  nella prima riunione di inizio anno scolastico del Consiglio di Istituto  entro 30 giorni dall’inizio dell’anno scolastico.

 5.I rappresentanti del comune vengono nominati dal Sindaco all’inizio di ogni anno scolastico.

 6.Tutte le nomine di cui ai commi precedenti devono essere trasmesse al Responsabile dei servizi alla persona del comune entro 10 giorni dalla loro formalizzazione.

 7.Il Responsabile dei servizi amministrativi, nei dieci giorni successivi, con propria determinazione, riassumerà tutte le nomine pervenute.  

ART. 6 -  INSEDIAMENTO DELLA COMMISSIONE

 1.La Commissione Mensa si considera regolarmente insediata nel momento in cui avrà regolarmente inviato le comunicazioni a tutti gli organi competenti entro e non oltre il 30 novembre dell’anno scolastico in corso.

 2.La Commissione, di norma, si riunisce con cadenza almeno bimestrale; altre riunioni potranno essere convocate su iniziativa del Presidente o su richiesta di almeno 3 membri. 

 3.La prima riunione viene convocata dall’Amministrazione Comunale entro 15 giorni dal recepimento delle nomine, le successive dal Presidente della Commissione.

 4.Le riunioni della Commissione devono essere convocate  a cura del Presidente, mediante lettera scritta, trasmessa almeno cinque giorni prima della data prevista; la trasmissione può essere effettuata anche via e/mail.

 5.Le riunioni della Commissione Mensa sono valide con la presenza del 50% dei componenti in carica.

 ART. 7 - ORGANI DELLA COMMISSIONE

1.Gli organi della Commissione sono:

         Il Presidente: viene nominato all’interno della commissione nel corso della prima riunione. Il Presidente convocherà e presiederà le sedute della commissione mensa.

Il Segretario: Le funzioni di segretario sono svolte da un eletto in seno alla commissione, con le seguenti

mansioni:

a) redigere verbali delle sedute;

b) fornire ai componenti documenti ed informazioni, nel rispetto della normativa

vigente, riguardanti gli argomenti all’ordine del giorno.

I membri della Commissione mensa possono compiere sopralluoghi nelle mense scolastiche per massimo tre volte nell’arco di un anno scolastico, salvo deroghe concesse congiuntamente dalla scuola e dal Comune per motivazioni di carattere eccezionale ed urgente. I sopralluoghi servono per verificare le modalità della distribuzione e la corrispondenza dei cibi al menù previsto, anche attraverso assaggi che saranno effettuati secondo le prescrizioni indicate nell’articolo seguente.

 ART. 8 - VISITE DI CONTROLLO PRESSO LE MENSE SCOLASTICHE

 I controlli della Commissione sull’andamento del servizio vengono effettuati tre volte

l’anno, o quando se ne ravvisi  la necessità dietro richiesta scritta e motivata di almeno quattro membri della Commissione. I sopralluoghi possono essere effettuati anche da un solo componente della commissione.

I soggetti che accedono alla scuola per il sopralluogo devono qualificarsi presso il

personale operante.

Durata del sopralluogo: da mezz’ora prima della distribuzione a mezz’ora dopo la fine del pasto. Durante la visita i membri della Commissione dovranno far uso di tutti gli accorgimenti  igienico-sanitari previsti.

 ART.9 - TIPOLOGIA DEI CONTROLLI

 Ogni componente della Commissione Mensa può verificare:

- l’igiene e la pulizia degli ambienti dove si preparano e si somministrano i pasti;

- il rispetto del menù giornaliero e delle eventuali diete speciali;

- l’appetibilità e il gradimento del cibo, anche mediante assaggio del pasto;

- il rispetto dei tempi e delle modalità di consegna e somministrazione del cibo;

- la corrispondenza tra numero dei pasti e presenza degli utenti;

- il grado di comfort durante la consumazione del pasto.

Eventuali osservazioni, richieste di chiarimenti, lamentele o segnalazioni di disservizio o di irregolarità devono essere inoltrate per iscritto dalla Commissione all’Amministrazione Comunale, in maniera precisa e circostanziata.

ART. 10 -MODALITA’ DI SOPRALLUOGO

 Il controllo è esercitato dalla Commissione nei tempi e nei modi stabiliti dal presente

Regolamento.

I componenti della Commissione nel corso del sopralluogo potranno accedere a rotazione agli ambienti di distribuzione e consumo dei pasti e nel centro cottura, nel pieno rispetto dei principi igienico-sanitari e di sicurezza e stabilendo di volta in volta un numero massimo di visitatori in modo da non intralciare l’attività degli operatori addetti.

Non devono in alcun modo interferire con l’attività del personale addetto alla refezione scolastica, né dovrà essere espresso alcun tipo di osservazione o contraddittorio con il suddetto personale.

Poiché l’attività della Commissione è limitata alla sola osservazione ed all’assaggio, non è necessario il possesso del libretto di idoneità sanitaria né certificazione sanitaria. L’attività della Commissione si deve limitare alla osservazione ed alla verifica delle procedure e dell’andamento del servizio, quali si manifestano durante la distribuzione ed il consumo dei pasti, nonché durante la sanificazione dei locali.

 I componenti della Commissione:

- non devono toccare alimenti crudi, cotti, pronti per il consumo, stoviglie e posate;

- non devono utilizzare i servizi igienici eventualmente riservati al personale di cucina o di distribuzione.

Per ogni sopralluogo deve essere compilata l’apposita scheda, in ogni sua parte, firmata e consegnata al dirigente scolastico e all’ufficio comunale competente.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie