RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Domenica 04 Maggio 2014 21:46

CETRARO. Sull’ordinanza del sindaco di Verona Tosi, che vieta rapporti con i calabresi, interviene il sindaco di Cetraro Giuseppe Aieta.

“Il Sindaco di Verona – afferma Aieta - venga a Cetraro a riconciliarsi con la Calabria in occasione dell'inaugurazione di Piazza della Solidarietà Veneto-Trentina 1910. Che la Calabria sia una terra ferita dalla presenza di una minoranza mafiosa è purtroppo un fatto noto – dichiara Giuseppe Aieta - ma che questa martoriata regione dovesse subire una ingenerosa e gratuita discriminazione addirittura da parte delle istituzioni che rappresentano lo Stato che tali fenomeni dovrebbe combattere, non solo é una spiacevole novità, ma offende la dignità di coloro che da semplici ed onesti cittadini impegnano il loro tempo nella difesa di quei valori di legalità e giustizia troppo spesso messi in secondo piano perfino nelle istituzioni democratiche. Ecco perchè – fa presente il sindaco di Cetraro - reputo davvero di cattivo gusto l'ordinanza - farsa del Sindaco Tosi che rappresenta un assurdo linciaggio verso la gente di Calabria che non solo non merita tutto ció ma che paradossalmente oggi, in uno sperduto comune del profondo Sud, Cetraro, che ho l'onere di amministrare come primo cittadino, si appresta ad esaltare invece lo straordinario gesto di solidarietá e altruismo di un altro Sindaco di Verona, Antonio Guglielmi, che all'inizio del secolo scorso, insieme al sindaco di Venezia e ad altri illustri amministratori veneti e trentini, all'indomani del tragico terremoto di Reggio e Messina, si fece promotore di un comitato pro Calabria per la ricostruzione della Marina di Cetraro. Ricorderemo quell'evento – fa presente il sindaco di Cetraro Giuseppe Aieta - per onorare il sacrificio e la memoria di donne e uomini venuti dal nord Italia, dedicando a quel Comitato la nuova piazza che si affaccia sul mare Tirreno e che insieme a Piazza San Marco rappresenta il cuore pulsante della nostra marina e che si chiamerà appunto Piazza della Solidarietà Veneto-Trentina 1910. All'arroganza mafiosa noi rispondiamo con la bellezza dei luoghi che abbiamo sottratto al degrado e che vogliamo rappresentino esempi positivi per il futuro delle nuove generazioni. Cancelli il Sindaco Tosi questa brutta pagina – conclude Aieta - e venga a tagliare il nastro all'inaugurazione della nostra piazza”. 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie