RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Mercoledì 17 Dicembre 2014 18:26

VALLE LAO. PRESTO LA DATA DELLE ELEZIONI DELLA TERZA FASCIA.

"Prendiamo atto della decisione del Tar e convochiamo le elezioni della sola terza fascia. Ad ogni modo, chi voleva vedere annullate le elezioni e la proclamazione degli eletti e del presidente ha trovato dinanzi a sé strada sbarrata". Convocato il consiglio dei delegati del Consorzio di bonifica integrale dei bacini del tirreno cosentino. Il Presidente dell’ex Valle Lao, Davide Gravina, ha indetto la seduta della massima assise consortile per lunedì 22 dicembre, dalle ore 16. Nel corso dell’adunanza, i consiglieri prenderanno atto del dispositivo redatto dal tribunale amministrativo regionale, secondo il cui parere le elezioni consortili, riguardanti solo ed esclusivamente la terza fascia, dovranno essere ripetute. “Non condividiamo i motivi che hanno portato alla redazione della sentenza emessa dal Tar, ma ne rispettiamo il testo e le decisioni, così come massimo è il rispetto per lo stesso tribunale amministrativo. Precisato ciò – è quanto si legge in una nota stampa diramata dal palazzo del Consorzio di Scalea - nel consiglio dei delegati di lunedì, prenderemo atto di questo dispositivo ed annunceremo la nuova data per l’indizione delle elezioni. Torneremo a misurarci, senza alcuna preoccupazione e consapevoli di aver bene operato nell’interesse dell’ente e dei consorziati. Saranno ancora una volta gli elettori, che già ci hanno premiato con un ampio consenso, a giudicare il nostro operato e quanto, in questi anni, è stato realizzato. Con le nuove elezioni, inoltre, capiremo, una volta per tutte, chi sono coloro i quali hanno a cuore il futuro del Consorzio, dei dipendenti, degli operai e dei consorziati e chi, invece, rema contro lo sviluppo ed il rilancio di questo ente, che è diventato, senza troppi proclami, senza slogan e con i fatti – si evidenzia, sempre, nella nota - un serio punto di riferimento per il comprensorio tirrenico, per i comuni e per i cittadini tutti. Ad ogni modo, è nostro dovere precisare l'infondatezza di alcune notizie, partendo dall'importanza di esserci viste convalidate, in ogni caso, le consultazioni nel loro insieme, così come il risultato venuto fuori dalle urne, che non è mai stato in discussione, anzi. Chi ha chiesto l'annullamento delle intere procedure elettorali e l'invalidamento della proclamazione degli eletti e dell'elezione del massimo vertice consortile, ha trovato, dinanzi a sé, strada sbarrata, a dimostrazione del percorso lineare e legale - va a concludere il comunicato - che abbiamo sempre sostenuto e dimostrato".

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie