RADIO ONE BANNER SOPRA
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Domenica 08 Giugno 2014 15:37

Tortora: l’assessore Chiappetta controbatte sulle nuove tariffe per la raccolta indifferenziata imposte dalla Regione

Come era prevedibile, la Regione Calabria ha rideterminato il tariffario per lo smaltimento dell’indifferenziato e della frazione organica, che a partire dal primo maggio hanno rispettivamente raddoppiato e triplicato il loro costo. Per l’indifferenziato, il costo è passato da circa 95,00 euro a 176,00 euro, mentre per l’organico si è passati da 35,00 euro a 105,00 euro a tonnellata. Per l’indifferenziato, tale costo sarà comunque ridotto di 40,00 euro a tonnellata, per tutti quei comuni che riusciranno a mantenere una media di raccolta differenziata superiore al 65%. “L’unico aspetto positivo di questa vicenda – ha commentato l’assessore Chiappetta – è che i comuni virtuosi, come il nostro, per l’indifferenziato dovranno pagare la metà dell’aumento della tariffa. Credo comunque che questa soluzione non sia equa, soprattutto se si considera che i comuni virtuosi in Calabria sono solo il 5%, cioè solo venti comuni su un totale di 409. Per questi territori, sarebbe stato opportuno mantenere inalterato il costo di smaltimento. Un simile gesto sarebbe diventato un reale esempio per gli altri comuni”. “Gli irrazionali aumenti tariffari – ha concluso l’assessore - che la Regione ha previsto, hanno finalmente ridestato l’attenzione dei sindaci sull’argomento i quali, in questi giorni, si stanno dando da fare per promuovere riunioni e manifestazioni, con lo scopo di scongiurare tali aumenti. Qualche giorno fa ho partecipato ad un incontro a Lamezia Terme, indetto dall’Anci, durante il quale i rappresentati comunali hanno accusato la Regione di non aver creato impianti di smaltimento e di non tenere conto delle difficoltà economiche che tutti i territori stanno attraversando. Oltre all’aspetto economico, nessuno ha parlato della questione ambientale e delle ripercussioni che ci saranno nella nostra regione a livello igienico sanitario e di immagine. Tutto questo mi rammarica, perché il ricercare solo responsabilità negli altri, senza fare autocritica e senza far nulla per dare il proprio contributo personale significa non aver compreso la gravità del problema”.

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie