RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 12 Giugno 2014 17:46

Diamante: Problema rifiuti. Interviene il capogruppo consiliare della compagina ‘’Per una Diamante migliore’’, Antonio Cauteruccio

Emergenza rifiuti a Diamante. Interviene il capogruppo consiliare della compagine ‘’Per una Diamante Migliore’’, Antonio Cauteruccio. “Nell’ambito del consiglio comunale - dichiara Cauteruccio - avrei voluto replicare all'Assessore Benvenuto che ha fatto notare come portare i rifiuti al parco del Corvino l'estate scorsa sia stato il miglior modo per contrastare l'emergenza rifiuti. L’assessore Benvenuto - continua Cauteruccio -, ha evidenziato come il settore rifiuti sia, spesso, popolato da imprenditori improvvisati, ha parlato di un centro di stoccaggio tra Scalea e Santa Domenica Talao per tamponare l'emergenza estiva e ha affermato che la conformazione morfologica del nostro territorio non ci consente di avere una piattaforma per i rifiuti. Avrei voluto fargli notare che faccio parte di un gruppo,  il Movimento culturale ‘’Per una Diamante migliore - prosegue Antonio Cauteruccio - che ha fatto della promozione turistica uno dei suoi cavalli di battaglia, andando, spesso, a colmare le lacune dell'amministrazione in materia. È necessario, però, ogni tanto anche sollevare il tappeto e far uscire un pò di polvere mettendo in evidenza ciò che non va - chiosa Cauteruccio - accompagnando sempre la critica con una soluzione alternativa al problema. Inoltre - dice ancora Cauteruccio - avrei voluto dire all’assessore Benvenuto che se è vero che spesso si aggirano attorno ai rifiuti improvvisati imprenditori è altrettanto vero che un'amministrazione che indirizza politicamente la scrittura di un capitolato d'appalto sulla gestione dei rifiuti, proponendosi di avviare la differenziata e lasciando appannaggio del gestore privato la vendita degli eventuali materiali da riciclo e il derivante introito è un'amministrazione che - afferma Cauteruccio - improvvisa avallando ed accettando l'improvvisazione. Rinunciare agli introiti significa rinunciare alla possibilità di utilizzare quegli stessi introiti per garantire lo stipendio a chi non lo percepisce da nove mesi e per premiare, con adeguati e specifici sgravi sulla bolletta, i cittadini e le attività commerciali che collaborano e differenziano. Noi - dichiara Cauteruccio - proponiamo, per l'emergenza estiva, il centro di recupero e di selezione perché la selezione all'interno dell'impianto ci permetterebbe di abbattere almeno del 30 % i costi che oggi sosteniamo per andare a Pianopoli e di avviare per l'emergenza estiva una differenziata blanda schermando, all'origine, la frazione organica e guadagnando tempo per programmare e risolvere definitivamente il problema. La Giunta Magorno, nel luglio del 2011 approvò un progetto preliminare per la realizzazione di un'isola ecologica a supporto della raccolta differenziata in località Vaccuta partecipando addirittura a un bando regionale per l'assegnazione di specifici contributi e quantificando le somme necessarie in 121.330 euro. Esiste dunque una zona - conclude Cauteruccio - individuata dalla stessa amministrazione che, per estensione e collocazione strategica, potrebbe prestarsi alla risoluzione del problema ma su questo aspetto l’esecutivo Sollazzo sembra non spingere più di tanto. Attendiamo chiarimenti”.

 

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie