RADIO ONE BANNER SOPRA
images/548547315246596.jpg
images/bloggif_56813d257ab6d.gif
images/la c news orari gr.jpg
images/manfreditalia.jpg
images/automonaco 1.jpg
images/expert la cava 2.jpg
images/boung ville 4.jpg
images/bloggif_5681413e0b7e3.gif
images/villa brazzano.jpg
images/radio one  blues.jpg
ascolta le ultime previsioni meteo

POLITICA

Giovedì 12 Giugno 2014 18:39

Belvedere Marittimo: Nomina del presidente del consiglio comunale. L’intervento del gruppo ‘’Ora’’

Si è svolto il 10 giugno scorso il primo Consiglio comunale di Belvedere Marittimo, con all’ordine del giorno il giuramento del sindaco, l’esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità dello stesso e dei consiglieri comunali, la comunicazione dei componenti la giunta,  l’elezione della commissione elettorale comunale e del presidente del consiglio. Sull’ultimo punto,  il Consigliere di Minoranza, Gilberto Raffo, del gruppo consiliare “Ora”, anche alla luce del risultato elettorale che ha attribuito alle minoranze 4000 voti sui 6000 circa voti validi, ha avanzato la proposta di eleggere come Presidente del Consiglio Comunale uno tra i Consiglieri eletti nelle forze di minoranza consiliare. “Il tutto - si legge in una nota del gruppo consiliare ‘’Ora’’ - per motivi di ragionevolezza politica, equilibrio istituzionale e, soprattutto, per il ruolo di garante che il Presidente del consiglio riveste. La  maggioranza consiliare - si legge ancora nella nota - aveva la possibilità di riconoscere dignità istituzionale ai 4 mila elettori che avevano espresso una chiara preferenza, contraria alla lista capitanata da Granata, ma ha deciso di non farlo, non accogliendo la proposta di Raffo. Dal suo primo atto - prosegue la nota del gruppo di opposizione - la maggioranza consiliare ha dimostrato inettitudine al dialogo eleggendo con 9 voti il presidente del Consiglio comunale nella persona del consigliere Ciro Campilongo. Se la Maggioranza avesse recepito la nostra indicazione - conclude la nota - avremmo rinunciato all’indennità”. 

1 commento

  • Come non condividere la riflessione di don Cono.E' anche vero che ci sono tante piccole realtà positive a livello sociale che magari si disconoscono e che danno un significato diverso da "plinius".
    Ma, diamoci da fare .E' chiaro che noi cittadini ora non crediamo più ai politici, è ovvio,e nemmeno se ne parla.Se posso consentirmi , si augurerebbe di fare una campagna a martello,(perchè per svegliarsi) ci vuole il martello,per tenere quel pò di verde rimasto ,pulito;ogni quartiere tenere i bordi delle strade rimbiancati , tagliando anche i rami che escono sulla strada;i cani pericolosi invadono le strade aggredendo bambini e adulti,solo chi non ha paura li spaventa;vigilanza e segnalazioni alle autorità (che poi prendano in considerazione )sulla spazzatura lanciata e lasciata ovunque;ivitare i lavoratori ambulanti di non fermarsi negli incroci , dove creano intralcio al traffico con conseguente pericolo;invitare le associazioni che usufruiscono di locali comunali a contribuire alla messa in atto di tale suggerimento;invitare loro a occuparsi nel sorvegliare il traffico, e di sostituire i vigili nello scortare gli eventi funebri.Cordialmente franco celano

    inviato Venerdì 13 Giugno 2014 13:53 da Franco Celano

Lascia un commento

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la pagina Note legali - Privacy -Cookie